Storia della Paralimpiadi: Pechino 2022

paralimpiadi di pechino 2022

Le Paralimpiadi invernali di Pechino 2022 si terranno dal 4 al 13 marzo, pochi mesi dopo quelli di Tokyo 2020. La capitale della Cina ospita per la seconda volta nella sua storia dei Giochi olimpici estivi del 2008, divenendo anche la prima città nella storia a ospitare sia le paralimpiadi estive che quelle invernali.

Storia della Paralimpiadi di Pechino 2022

Il 31 luglio 2015 a Kuala Lumpur (Malesia), durante la 128esima sessione del CIO, i XIII Giochi paralimpici invernali sono stati assegnati a Pechino, battendo la concorrenza di Almaty (Kazakistan). Tuttavia, a pochi mesi di distanza dall’inizio della manifestazione, i Giochi di Pechino 2022 stanno facendo parlare di sé per delle richieste internazionali di boicottaggio.

Alla base di queste intenzioni c’è la questione dei diritti umani, di cui la Cina spesso è venuta fuori alle cronache per delle violazioni nei confronti di minoranze etniche e religione interne al Paese, primi su tutti gli uiguri e i tibetani. Ad aggravare la posizione della nazione asiatica c’è la questione Hong Kong, che da più di 2 anni sta affrontando alcuni aggiornamenti legislativi ritenuti limitanti della libertà umana: basti ricordare la legge sulla sicurezza nazionale, che ha costretto molti esponenti democratici di a lasciare l’ex colonia britannica per sfuggire ai valori retroattivi della normativa.

Numerose organizzazioni mondiali (circa 180) hanno già chiesto a organi internazionali e sponsor di prendere le distanze dalla manifestazione, ma il dibattito ha iniziato a infuocare anche all’interno di alcuni Paesi in giro per il globo, tant’è che diversi Stati hanno scelto il boicottaggio diplomatico delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi di Pechino 2022. Tra questi troviamo:

  • Stati Uniti d’America;
  • Regno Unito;
  • Canada;
  • Giappone;
  • Australia.

Al momento l’Italia si è dichiarata contraria al boicottaggio in qualsiasi forma: la scelta è stata motivata come causa del passaggio di consegne da Pechino 2022 a Milano-Cortina 2026.

Programma e discipline a Pechino 2022

Attualmente ancora non sono state diffuse le date delle gare, ma sappiamo quali saranno gli sport per disabili in programma:

L’Italia alle Paralimpiadi di Pechino 2022

Al momento non sono ancora stati diramati i nomi degli atleti convocati per le prossime Paralimpiadi invernali. Sappiamo però il nome del portabandiera italiano: è Giacomo Bertagnolli, sciatore paralimpico esperto, che conta già 2 ori, un argento e un bronzo conquistati alle Paralimpiadi invernali di PyeongChang 2018.

La mascotte delle Paralimpiadi di Pechino 2022

La mascotte delle Paralimpiadi di Pechino 2022 si chiama Shuey Rhon Rhon (雪容融) e la sua figura richiama una fusione tra un bambino e una lanterna cinese. il bagliore che circonda il logo delle Paralimpiadi rappresenta diversi concetti, come l’amicizia, l’accoglienza, il coraggio e la perseveranza degli atleti paralimpici. Il suo nome contiene numerosi significati:

  • Shuey: stessa pronuncia dell’ideogramma cinese della neve;
  • primo Rhon: significa “includere” e “tollerare”;
  • secondo Rhon; significa “sciogliere”, “fondere” e “riscaldare”.
mascotte paralimpiadi pechino 2022
Fonte foto: olympics.com

Medaglie delle Paralimpiadi di Pechino 2022

Le medaglie delle Paralimpiadi di Pechino 2022 hanno al centro il logo del Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) circondato da vari anelli e dal nome completo della competizione in inglese (Beijing 2022 Paralympic Winter Games). Il nome di ogni disciplina sportiva in gara invece verrà scritto in Braille sull’anello più esterno della medaglia, su cui troviamo incisi 13 punti.

medagliere italia paralimpiadi pechino 2022
©Beijing 2022