Sindrome di Tourette: cos’è, sintomi, cause, diagnosi e terapia

Redazione:

La Sindrome di Tourette (o sindrome di Gilles de la Tourette) è un disturbo neurologico ossessivo che rende difficile il contro degli impulsi, come tic motori, gesti volgari e parolacce. Viene spesso confusa con il disturbo dello spettro autistico, come la sindrome di Asperger. Si manifesta nell’infanzia per poi attenuarsi o sparire nell’adolescenza.

Come riconoscere la Sindrome di Tourette

Come dicevamo prima, i sintomi della sindrome di Tourette sono i tic motori o i gesti osceni e volgari (coproprassia). Ci sono anche i tic fonici che sono talmente multiformi da rappresentare un insieme eterogeneo che include anche caratteristiche centrali di numerose altre sindromi e disturbi.  

Nascosta ai margini della psichiatria per molti anni, la scoperta di questa sindrome non è recente e a oggi la sua incidenza è in progressivo aumento. L’esordio della malattia avviene generalmente nella prima infanzia, anche se il decorso può essere posticipato fino alla maggiore età.

Ci sono poi manifestazioni meno comuni, come la coprolalia, una devianza comportamentale che porta all’uso di un linguaggio osceno (come le parolacce), o anche la palilalia, la ripetizione delle sillabe. Seguono alcuni comportamenti socialmente inappropriati e l’ecolalia, la ripetizione involontaria delle cose dette da altri. Infine troviamo anche l’ecoprassia, che consiste nell’imitazione spontanea di movimenti osservati. Altri problemi ricorrenti sono:

come riconoscere la sindrome di tourette
By nexusplexus da Envato Elements

La Sindrome di Tourette e le parolacce

Una delle caratteristiche più comuni dei pazienti con la Tourette è l’uscita incontrollata di suoni e parole, più raramente parolacce e bestemmie. Si tratta di un meccanismo di difesa in cui l’aggressività esplode con la ripetizione ossessiva di parole considerate violente e offensive. Circa il 15% dei pazienti presenta questa problematica.

Tuttavia in una nostra intervista l’attore Claudio Colica, che ha tale sindrome, ha spiegato che la percentuale di Tourette coprolalici è “minuscola. Ovviamente, giornali e tv vanno a intervistare quelli perché fanno più notizia, fanno più ‘ridere’. Ammettiamolo, il sorriso te lo strappano. Resta comunque una percentuale piccola”.

Quali sono le cause della Sindrome di Tourette

L’esordio della sindrome di Tourette è sconosciuta. Tuttavia, si sono fatte diverse ipotesi sull’origine della malattia:

  • genetica: esistenza di un gene che passa da genitore a figlio, ma non ci sono evidenze scientifiche che lo dimostrino;
  • neurologica: si ritiene che sia associata al malfunzionamento delle gangli della base (aree del cervello) che sono responsabili del controllo del movimento, dunque spiegherebbe i tic;
  • ambientale: infezioni da streptococco o problemi durante la gravidanza, ma non ci sono evidenze scientifiche.

Come diagnosticare la Sindrome di Tourette

A oggi non esiste un test univoco che permetta una corretta diagnosi della Sindrome di Tourette. Ci sono comunque diversi strumenti e informazioni che possono aiutare il personale medico, che si basano principalmente su quanto scritto all’interno del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (in inglese DSM-V). Ad esempio, in base al DSM-V, i segni da osservare sono:

  • tic motori multipli e tic fonici della durata di almeno un anno e con una frequenza giornaliera elevata;
  • Insorgenza dei tic prima dei 18 anni e non dovuta all’assunzione di droghe o farmaci.

C’è poi la diagnosi differenziale, che ci aiuta a stabilire quali malattie o condizioni non vanno confuse con la Tourette: epilessia, ipotiroidismo, Malattia di Wilson, autismo, Corea di Huntington, Sindrome di Klinefelter, Sclerosi Tuberosa. Ci sono poi altri strumenti che ci possono aiutare per gli accertamenti, come:

  • la risonanza magnetica funzionale;
  • analisi di laboratorio per verificare l’eventuale presenza dello streptococco betaemolitico;
  • anamnesi familiare;
  • l’analisi neuropsicologica con l’osservazione del comportamento.
come diagnosticare sindrome di tourette

Come curare la Sindrome di Tourette

Anche se non esiste una terapia particolare, è possibile alleviare i sintomi della Sindrome di Tourette tramite la somministrazione di farmaci ed un sostegno psicologico e comportamentale, previo consulto del proprio medico. Questi interventi migliorano la qualità della vita dei giovani pazienti.

I tic collegati alla Sindrome di Tourette si manifestano nei bambini in età scolare. In molti casi, tuttavia, si assiste alla scomparsa con l’età adulta, quando in genere la persona riesce a raggiungere un buon controllo sugli stessi. Anche se ci sono stati casi di persone che sembrerebbe siano riuscite a placare i tic grazie alla musicoterapia, ad oggi non c’è ancora alcuna evidenza scientifica in merito.

Da un punto di vista farmacologico il Serenase risulta essere il farmaco più indicato per ridurre i tic, ma non è l’unico e non può essere autosomministrato: è sempre meglio affidarsi a un medico. Altre soluzioni riguardano:

  • psicoterapia cognitivo-comportamentale;
  • Habit Reversal Training;
  • Deep Brain Stimulation (soluzione chirurgica ancora in fase di studio).
come comportarsi con la sindrome di tourette
By nd3000 da Envato Elements

La Sindrome di Tourette nei film

Il mondo del cinema si è interessato in diverse occasioni alla Sindrome di Tourette. In alcuni casi però lo ha fatto in maniera alquanto superficiale, mostrando come sintomi principali solo alcuni tic e soprattutto l’irrefrenabile istinto di dire parolacce. Ecco alcune delle pellicole che hanno portato sul grande schermo la Tourette.

Gigolò per sbaglio

Un film del 2000 diretto da Mike Mitchell. Rob Schneider si deve prendere cura dell’acquario di un un gigolò in partenza per un viaggio lontano: in seguito ad un incidente domestico, distruggerà il costoso acquario e si vedrà costretto sua volta a prostituirsi per racimolare la somma necessaria alla riparazione. Una delle sue clienti è affetta da Tourette.

La mia fedele compagna 

Pellicola di Peter Werner, uscita nelle sale nel 2008. Un’opera ispirata alla storia vera di Brad Cohen, un uomo con la Sindome di Tourette sin da bambino, che è riuscito contro ogni pregiudizio a diventare un insegnante.

Flying Anne

Film tedesco del 2010, diretto da Catherine van Campen. Narra la storia di Anne, una studentessa che in momenti di tensione emotiva non riesce a controllare i propri impulsi. Questo la porta a soffrire molto per l’atteggiamento poco comprensivo e rispettoso dei suoi compagni di scuola.

Niente può fermarci

Diretto da Luigi Cecinelli, è un film italiano uscito nel 2013. Quattro amici affetti da lievi forme di disagio psichico che decidono di scappare dalla clinica in cui sono ricoverati per rincorrere un sogno: arrivare a Ibiza.

The Tic Code

Un dramma (1997) diretto da Gary Winick. La vicenda narra la relazione di una donna single, con un figlio pianista affetto dalla Sindrome di Tourette, con un musicista jazz anche lui con la stessa sindrome.

Personaggi famosi con la sindrome di Tourette

Tra i grandi artisti che avevano o hanno la Tourette troviamo:

  • Wolfgang Amadeus Mozart, compositore e musicista austriaco;
  • Tim Howard, calciatore e dirigente sportivo statunitense;
  • Paul Gascoigne, ex calciatore inglese;
  • Eminem, rapper statunitense;
  • Alessandro Borghi, attore italiano;
  • Claudio Colica, attore italiano;
  • Billie Eilish, cantautrice statunitense;
  • Massimo D’Alema, politico italiano.
la malattia di billie eilish
Credit photo: deerwaves.com
Redazione - Ability Channel
Dal 2011 la redazione di Ability Channel tiene informati i suoi lettori su tutto ciò che riguarda il mondo della disabilità: partendo dalle patologie, passando per le attività di enti ed associazioni, fino ad arrivare a raccontarne la spettacolarità sportiva paralimpica. Ability Channel è l'approccio positivo alla disabilità, una risorsa fondamentale della nostra società.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.