È vero che Alessandro Borghi ha la Sindrome di Tourette?

Redazione:

Negli ultimi giorni è rimbalzata la notizia secondo cui il noto attore Alessandro Borghi abbia la Sindrome di Tourette, un disturbo neurologico che abbiamo imparato a conoscere assieme a Claudio Colica in una nostra recente intervista. Sarà veramente così?

Alessandro Borghi e la Sindrome di Tourette: quali sono le sue dichiarazioni?

Il 21 dicembre 2021 Il Corriere della Sera ha pubblicato una lunga e profonda intervista di Candida Morvillo avuta con Alessandro Borghi, il quale ha ripercorso diverse e intense fasi della propria vita che lo hanno portato a diventare attore. Una serie di dichiarazioni che ci fanno conoscere la persona nella sua umiltà e nella sua introspezione continua, parole tra le quali appare anche la Tourette.

“A lungo ho pensato di avere dei tic – spiega Borghi -, invece era Sindrome di Tourette. Sente che ogni tanto ho un respiro strano? Sono spasmi. È una sindrome neurologica, con vari sintomi: io ho gli spasmi o mi soffio sulle dita. Dopo la diagnosi ho smesso di considerarlo un problema, perché almeno adesso so che cosa ho”. E durante il lavoro, lo stesso attore ha ammesso che gli passa: “Mi sono dato una spiegazione ‘poetica’: il mio lavoro è mettermi nei panni di un altro; l’altro la Tourette non ce l’ha e quindi, in quel momento, neanch’io”.

Leggi anche: La malattia di Billie Eilish: “Ho la Sindrome di Tourette”

tourette alessandro borghi
Alessandro Borghi durante una scena della serie “Suburra” di Netflix

Che cos’è la Sindrome di Tourette?

La Sindrome di Tourette viene spesso confusa con altre condizioni (come i disturbi dello spettro autistico), ma si tratta di una patologia ben definita. Nota anche come Sindrome di Gilles de la Tourette, è un disturbo neurologico ossessivo che rende difficile il controllo di impulsi e movimenti. Tra i sintomi troviamo:

  • tic motori (gesti osceni e volgari);
  • tic fonici;
  • coprolalia (deviazione comportamentale che porta all’uso di un linguaggio osceno);
  • palilalia (ripetizione delle sillabe);
  • ecolalia (ripetizione involontaria delle cose dette da altri);
  • ecoprassia (imitazione spontanea dei movimenti osservati);
  • Disturbo da deficit di attenzione e iperattività;
  • disturbo ossessivo-compulsivo;
  • Difficoltà d’apprendimento;
  • Autolesionismo;
  • Alterazioni dell’umore.

A oggi non è noto perché insorga questa condizione, ma ci sono tre ipotesi:

  • genetica: esistenza di un gene che passa da genitore a figlio, ma non ci sono evidenze scientifiche che lo dimostrino;
  • neurologica: si ritiene che sia associata al malfunzionamento delle gangli della base (aree del cervello) che sono responsabili del controllo del movimento, dunque spiegherebbe i tic;
  • ambientale: infezioni da streptococco o problemi durante la gravidanza, ma non ci sono evidenze scientifiche.
come riconoscere la sindrome di tourette
By nexusplexus da Envato Elements

Chi è Alessandro Borghi?

Alessandro Borghi è nato a Roma il 19 settembre 1986 e la sua recente fama da attore italiano lo si deve a due produzioni: “Suburra – La Serie” del 2017 nel ruolo di Aureliano Adami (che aveva già vestito nel film “Suburra” del 2015) e “Sulla Mia Pelle” del 2018 nel quale interpreta Stefano Cucchi. Ma la sua filmografia non si riduce a qui, poiché vanta collaborazioni di grande spicco: basti pensare che nel 2020 è stato protagonista della serie tv “Diavoli” tratta dall’omonimo romanzo di Guido Maria Brear, nella quale ha lavorato insieme a Patrick Dempsey e Kasia Smutniak.

Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato