Bonus psicologo: come richiederlo, requisiti e a chi spetta

Redazione:

Il Bonus psicologo non è stato eliminato, ma inserito nel Decreto Milleproroghe e, dopo una lunga attesa iniziata nel febbraio scorso, è arrivata l’ufficialità: la misura si farà. La notizia è stata data dal deputato PD Filippo Sensi e dal ministro della Salute Roberto Speranza, il quale attraverso un post su Facebook ha sottolineato di aver firmato il decreto “che attiva il Bonus psicologo finanziato dal Parlamento con 10 milioni di euro” per l’anno 2022.

La misura è stata richiesta a gran voce già nel corso del 2021, quando le conseguenze sulla salute mentale date dal Covid hanno accesso l’esigenza di una maggior tutela in materia: dallo stress da pandemia per arrivare al Long Covid, la lotta contro alcune condizioni mentali negative come depressione e ansia ha inevitabilmente portato a un’operazione che potrebbe aiutare diverse fette della società, soprattutto quelle meno abbienti, nel poter accedere e perseguire un percorso terapeutico.

Bonus psicologo 2022: a chi spetta e quali sono i requisiti

Come si può leggere all’interno del decreto del Ministero della Salute, il bonus psicologo si rivolge alle persone in condizione di depressione, ansia, stress e fragilità psicologica, che negli ultimi tempi sono aumentate anche a causa dall’emergenza pandemia e dalla conseguente crisi socio-economica.

Tale beneficio viene riconosciuto una sola volta per una persona con un reddito ISEE non superiore ai 50mila euro. Inoltre, in base alla fascia di appartenenza, il contributo erogato può cambiare:

  • con ISEE inferiore a 15mila euro, il beneficiario può avere fino a 50 euro per ogni seduta, per un importo massimo di 600 euro;
  • con ISEE compreso tra 15mila e 30mila euro, il beneficiario può avere fino a 50 euro per ogni seduta, per un importo massimo di 400 euro;
  • con ISEE compreso tra 30mila e 50mila euro, il beneficiario può avere fino a 50 euro per ogni seduta per un importo massimo di 200 euro.

Dunque il bonus psicologo potrà essere usato per sostenere le spese date dalle sessioni di psicoterapia presso specialisti privati iscritti all’Albo degli Psicologi. I professionisti che aderiranno all’iniziativa dovranno comunicare la propria volontà al Consiglio Nazionale degli Ordini degli Psicologi (CNOP), che a sua volta dovrà far avere l’elenco all’INPS.

Bonus psicologo 2022: come ottenerlo, come fare domanda e da quando arriva

In base a quanto emerge dal decreto, entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del suddetto testo in Gazzetta Ufficiale, INPS e Ministero della Salute dovranno comunicare la data dalla quale i cittadini potranno presentare le domande di accesso al contributo e il periodo di tempo entro cui inviarle (che non dovrà essere inferiore ai 60 giorni). La richiesta sarà presentata in forma telematica sul sito dell’INPS e verrà erogato “fino a concorrenza delle risorse stabilite”.

A seguito delle richieste pervenute, l’Istituto redigerà una graduatoria con l’elenco dei beneficiari e l’ammontare del contributo in base a regioni e province autonome di residenza. Una volta ottenuto, il bonus psicologo dovrà essere utilizzato entro 180 giorni dalla data di accoglimento della domanda. Nel caso in cui in questo lasso di tempo le risorse non dovessero essere utilizzate, saranno riassegnate in base all’ordine di graduatoria regionale o provinciale.

Leggi anche: Sindrome di Hikikomori: cos’è, sintomi, cause e terapia

abilitychannel.tv è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato