Respiro dopo respiro

Respiro dopo respiro

RESPIRO DOPO RESPIRO

LA MIA STORIA

 

AUTORE: Caterina Simonsen con Daniele Mont d’Arpizio

EDITORE: Edizioni Piemme Spa, Milano

www.edizpiemme.it

Realizzazione editoriale: Conedit Libri Srl – Cormano (MI)

Per volontà di Caterina Simonsen, parte del ricavato di questo libro sarà devoluto alle associazioni AIP Onlus e Alfa1 – At Onlus.

PREZZO: 12,90 euro

BIOGRAFIA AUTORE

Caterina SimonsenCaterina Simonsen, 26 anni, si divide tra Padova, dove vive con la sua famiglia, e Bologna. E’ affetta da quattro malattie rare che la costringono a restare attaccata a un respiratore per molte ore al giornoe ad assumere quotidianamente un mix di trenta medicine. un suo intervento di qualche tempo fa sul web a sostegno della vera ricerca, quella che si basa anche sulla sperimentazione animale e che le ha regalato anni di vita, ha scatenato le reazioni violente degli animalisti fondamentalisti che l’hanno coperta di insulti e di minacce di morte. Di lei si sono occupati giornali e tv. Caterina ha risposto con un ulteriore impegno per la ricerca sulle malattie rare  e per il riconoscimento dei diritti dei malati affetti da queste patologie. E con Respiro dopo respiro, in cui racconta la sua storia, il suo entusiasmo, le sue speranze e il suo amore infinito per gli animali.

Daniele Mont d’Arpizio, nato nel 1976, vive e lavora a Padova. Giornalista, si occupa di comunicazione per L’università di Padova e collabora con diversi giornali e siti internet.

DESCRIZIONE LIBRO

Respiro dopo respiro“Il soffocamento è una sensazione terribile, una delle più brutte cose conosciute. Al di là dei sintomi fisici, fa paura, di più: terrore. Come se qualcuno ti spingesse all’improvviso giù da un ponte. Ma cadessi lentamente, con tutto il tempo per sentirti morire. Eppure lotti, resisti. Senza perchè. Non pensi ad altro: aria, aria, aria.” Amare troppo la vita e tutto ciò che ti ha dato. Ogni istante, ogni respiro, ogni colpo di tosse. Con il tempo si arriva persino ad amare le cicatrici che punteggiano il corpo, sia interne che esterne, e a trovarne un significato. Molti pensano che la malattia, sia sintomo di tristezza e rassegnazione. Una sorta di attesa. Invece è tutto il contrario. Grazie per averci insegnato a vivere respiro dopo respiro. Non so cosa mi aspetta, so solo che ne voglio ancora…