test
tennistavolo paralimpico

Tennistavolo paralimpico

Il tennistavolo paralimpico è uno dei primissimi sport apparsi nelle Paralimpiadi di Roma 1960. È una delle discipline sportive più diffuse al mondo e presenta numerose categorie funzionali tali da renderlo uno sport accessibile a moltissime disabilità.

Sport che puoi praticare con queste disabilità: Albinismo, Amputazione arti inferiori, Amputazione arti superiori, Artrogriposi, Cerebrolesioni, Diplegia spastica, Disabilità intellettiva e relazionale, Distrofia muscolare, Paraplegia, Poliomielite, Sordità, Tetraplegia

Storia del tennistavolo paralimpico

Il tennistavolo paralimpico è uno degli sport storici delle Paralimpiadi, in quanto appare per la prima volta ai Giochi paralimpici di Roma 1960. All’epoca però solo le persone su carrozzina potevano gareggiare, e ciò accadde anche alle Paralimpiadi di Tokyo 1964 e di Tel Aviv 1968.

Una situazione che venne rivoluzionata nel 1983, quando vennero introdotte 5 classificazioni per gli atleti con paresi cerebrale. Bisognerà però aspettare le Paralimpiadi di Rio 2016 per avere le attuali 11 classificazioni funzionali in base alla loro disabilità fisica o intellettuale. Come riporta l’International Paralympic Committee, i primi Campionati mondiali di tennistavolo furono svolti ad Assen nel 1990.

Attualmente il tennistavolo è il terzo sport paralimpico per numero di atleti ed è praticato in 140 nazioni. A livello globale viene gestito dall’International Table Tennis Federation, mentre in Italia se ne occupa la Federazione Italiana Tennistavolo (FITeT).

Regole Tennistavolo Paralimpico

Il tennistavolo paralimpico segue le stesse regole della controparte olimpica, con qualche modifica in base alla tipologia di disabilità del giocatore. Nel dettaglio:

  • PARTITA: si gioca al meglio dei 5 set, ogni set può essere vinto da chi raggiunge per primo gli 11 punti con un margine di 2 punti.
    • nel singolare il servizio va eseguito facendo uscire la pallina dal fondo del campo e non lateralmente
  • CLASSIFICAZIONI FUNZIONALI: da TT1 a TT5 disciplinano gli atleti su carrozzina; da TT6 a TT10 sono disciplinati gli atleti in piedi; TT11 riguarda gli atleti con disabilità intellettiva. Le carrozzine possono essere adattate in funzione del gioco e della categoria di appartenenza, mentre chi presenta determinate condizioni può usare guantini o fasce per migliorare l’impugnatura della mano alla racchetta. Per gli atleti in piedi invece possono essere permessi sussidi o tutori.

Nazionale italiana Tennistavolo paralimpico

Attualmente gli atleti che fanno parte della nostra Nazionale sono:

  • Andrea Borgato
  • Marco Bove
  • Michela Brunelli
  • Mirko Bruschi
  • Stefano Butti
  • Edoardo Casati
  • Lorenzo Cordua
  • Diego Coren
  • Elena Elli
  • Federico Falco
  • Mohamed Amine Kalem
  • Lorenzo Magarelli
  • Roberto Martinelli
  • Matteo Orsi
  • Matteo Parenzan
  • Carlotta Ragazzini
  • Giada Rossi