Screening Neonatale, svolta per l’attuazione dell’emendamento Noja: gruppo di lavoro sulla lista delle patologie

Novità importanti per lo Screening Neonatale. Dopo l’approvazione dell’emendamento Noja con il decreto Milleproroghe 2019, adesso si passa all’applicazione vera e propria. Di fatto, lo scorso giovedì 17 settembre il Ministero della Salute ha firmato il decreto che istituisce un gruppo di lavoro che dovrà definire la lista delle patologie da inserire nell’elenco al test neonatale. Lista che, tra l’altro, dovrà essere aggiornata ogni due anni.

Screening Neonatale, Noja: “Passaggio indispensabile”

La stessa prima firmataria dell’emendamento, Lisa Noja (Iv) ne ha dato notizia sui propri social, spiegando che si tratta di un “passaggio indispensabile per includere nel panel anche malattie neuromuscolari, immunodeficienze congenite severe e malattie da accumulo lisosomiale. L’emergenza Covid19 aveva rallentato questo processo che ora è ripartito”. Per i prossimi step, Noja ha le idee chiare: “Bisogna procedere in tempi rapidi per completare questo percorso”.

Una buona notizia. Nel 2019 avevamo approvato un mio emendamento al decreto Milleproroghe del 2019 che stabiliva un…

Pubblicato da Lisa Noja su Giovedì 17 settembre 2020

Anche il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri (M5S), ha espresso enorme soddisfazione per l’attuazione di un decreto da lui firmato. L’obiettivo, si legge sui social, è “garantire una tempestiva diagnosi neo-natale e una presa in carico da parte dei servizi sanitari, dei bambini affetti da patologie, anche rare“.

Leggi anche: Parte il progetto pilota di screening neonatale per la SMA nel Lazio e in Toscana: interviste ai protagonisti

Detto, fatto. Oggi ho firmato il decreto per la gestione degli screening neonatali, un risultato a cui si è arrivati…

Pubblicato da Pierpaolo Sileri su Giovedì 17 settembre 2020
Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato