Referendum Cannabis Legale, firme consegnate: quando si andrà al voto?

Sono 630mile le firme raccolte con il Referendum sulla Cannabis Legale, consegnate giovedì 28 ottobre 2021 su un hard disk in Corte di Cassazione, così come avvenuto qualche tempo prima con il Referendum per l’Eutanasia Legale.

Possiamo parlare di incredibile successo, visto che la firma digitale prima (da molti criticata) e la raccolta di piazza poi hanno permesso al Comitato promotore, capeggiato da Meglio Legale, di depositare una proposta sulla cannabis parallela al testo base sulla coltivazione domestica. Tuttavia, adesso che le firme sono state consegnate, quali sono gli step successivi?

possibili date referendum cannabis legale

Referendum Cannabis Legale: le possibili date

La consegna delle 630mile firme non permetterà alla cannabis di diventare legale, ma darà il via a un iter molto significativo. Come ci ha spiegato in una recente intervista la coordinatrice di Meglio Legale Antonella Soldo, la Corte dovrà “farà un controllo sul numero e la validità” delle firme depositate. Dopo di che, dovrà “fare il vaglio” del quesito referendario, “un passaggio delicato che avverrà presumibilmente tra dicembre 2021 e gennaio 2022. Infine si potrebbe andare al voto a primavere 2022“.

Referendum Cannabis Legale: cosa dice la legge in Italia?

Parlare di cannabis in Italia non è affatto semplice. A livello legislativo non esiste una legalizzazione vera e propria. Dal 2007 si può comunque accedere alla cannabis terapeutica, ma la domanda dei richiedenti non è completamente coperta dallo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze, che detiene il monopolio per coltivazione, distribuzione, preparazione e distribuzione.

Come nel caso di Walter De Benedetto, spesso la magistratura è dovuta intervenire per mettere una toppa a un quadro normativo evidentemente poco chiaro. Gli stessi avvocati di De Benedetto hanno evidenziato in una nostra intervista che molte persone sono costrette “a un’autoproduzione della sostanza”.

E qui recentemente – oltre al Referendum sulla Cannabis Legale – è entrato in gioco il testo base sulla coltivazione domestica della cannabis. Si tratta di un testo unificato tra più proposte che punta anche alla riduzione delle pene per i fatti di lieve entità. In linea generale il Referendum e il testo base puntano a modificare gli articoli 73, 74 e 75 del Testo Unico Stupefacenti (DPR 309/1990).

Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato