Coronavirus Italia, nuovo Dpcm di Conte estende misure di contenimento fino al 13 aprile

Tempo di lettura: 10 min.

Le ultime notizie sulle misure di contenimento per contrastare il Coronavirus in Italia erano già state annunciate dal ministro della Salute Roberto Speranza in Senato, nella mattinata di mercoledì 1° aprile. La conferma, poi, è arrivata in serata dal presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte.

Con un nuovo Dpcm, infatti, le misure atte a contrastare il contagio del Coronavirus sono estese fino al 13 aprile 2020. Disposizioni che, anche stavolta, riguardano tutto il territorio nazionale.

Il nuovo Dpcm emanato da Conte proroga le misure di contenimento fino a lunedì 13 aprile 2020. I Dpcm precedenti, invece, avevano come data di scadenza venerdì 3 aprile 2020.

In pratica, il nuovo decreto prolunga l’efficacia dei Dpcm pubblicati nelle scorse settimane. Nel dettaglio, inficia sui decreti dell’8 marzo, del 9 marzo, dell’11 marzo e del 22 marzo. Quindi, fino al 13 aprile, continueranno a restare valide le disposizioni già note. Confermati il divieto degli spostamenti non necessari, l’elenco dei lavori essenziali e il rispetto della distanza di un metro.

Il Dpcm, inoltre, sospende gli eventi sportivi di ogni ordine e disciplina, nonché le sedute sportive di atleti professionisti e non, all’interno di qualunque struttura. Questa misura, perciò, modifica l’articolo 1 del Dpcm dell’8 marzo 2020.

Coronavirus in Italia, Conte: “Non possiamo allentare la presa”

“Si iniziano a vedere gli effetti delle misure, ma non siamo ancora nella condizione di poterle allentare”. Le parole sono del premier Conte, pronunciate durante la diretta serale di ieri (1° aprile) in cui, appunto, ha comunicato l’estensione delle misure di contenimento.

Inoltre, ha aggiunto: “Non siamo nella condizione di potervi dire che dal 14 aprile saremo liberi, ma siamo costantemente al lavoro con gli esperti per studiare l’allenamento delle misure in sicurezza”. Se tutto andrà come preventivato, infine, “vi saranno due fasi successive: una fase 2 di convivenza con il virus ed una fase 3 di ripresa completa delle nostre vite e ritorno alla normalità”.

In diretta da Palazzo Chigi

Pubblicato da Giuseppe Conte su Mercoledì 1 aprile 2020

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.