Cos’è l’immunità di gregge? Quanto manca ad essa? Riguarda il Coronavirus?

Tempo di lettura: 10 min.

Quanto manca all’immunità di gregge legata al Coronavirus? Ma, soprattutto, cos’è l’immunità di gregge e perché se ne parla con il nuovo virus? Queste sono le due nuove domande che, da diversi giorni, circolano online e tengono in apprensione l’opinione pubblica. Cerchiamo di trovare le risposte.

Cos’è l’immunità di gregge? Che significa?

La prima volta che ne abbiamo sentito parlare è stato intorno alla metà di marzo 2020. Nel Regno Unito, infatti, Boris Johnson aveva indicato l’immunità di gregge come una strategia utile a contrastare il COVID-19.

Sostanzialmente, l’idea del governo inglese consisteva nel non contrastare l’epidemia per affidarsi all’immunità delle persone che, mano a mano, sarebbe andata a generarsi.

Ma esattamente cos’è l’immunità di gregge? In pratica, è una dinamica secondo cui la maggioranza degli individui di una comunità rallenta la circolazione del nuovo virus in quanto vaccinata. In questo modo, il contagio è gradualmente diminuito.

Questa immunità può essere ottenuta in due modi: vaccinandosi (strumento che ancora non esiste contro il Coronavirus); in maniera spontanea (come per l’influenza). Il problema del secondo punto, però, risiede nel fatto che un virus cambia a ogni stagione, e sul COVID-19 gli esperti sanno ancora molto poco.

Quanto manca all’immunità di gregge per il Coronavirus?

Quindi, per ora, indicare con esattezza il giorno preciso in cui arriverà l’immunità di gregge per il Coronavirus è pressoché complesso. Tuttavia, Matteo Villa, ricercatore del programma Migrazioni per l’ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale) ha provato a dipingere un quadro su Twitter.

Nel dettaglio, Villa ha lanciato un thread contenente statistiche incrociate tra i dati della Protezione Civile e le stime ISPI. All’interno del primo grafico, Villa riporta le stime sulla prevalenza regionale “in base ai nostri casi plausibili”, datati 5 aprile 2020.

stime ispi coronavirus regioni italiane

Dopo di che, Villa passa alla questione centrale: quanto manca all’immunità di gregge? Per rispondere statisticamente al quesito, il suo istituto ha assunto che R0 (ne abbiamo parlato nel nostro approfondimento sul virus) sia uguale a 2,5, e quindi che il 60% della popolazione si infetti e guarisca. Perciò, ecco quanto manca per arrivare all’immunità di gregge (indicato nelle colonne dal valore 100%).

quanto manca all'immunità di gregge secondo ispi

In sostanza, secondo Villa, siamo lontanissimi dall’immunità di gregge desiderata. Inoltre, il ricercatore ci tiene a specificare che i dati finora presentanti potrebbero essere imprecisi in quanto potrebbero esserci molti deceduti non conteggiati (e non è detto che i deceduti fossero positivi al COVID-19). Insomma, anche in questo caso come per la fine emergenza, bisogna considerare questi risultati come previsioni sommarie.

Come si cura il Coronavirus?

Il vaccino per la malattia COVID-19 non esiste. Ecco perché contrastare il Coronavirus, oggi, è così complesso. Tuttavia, alcune terapie sono in fase di studio. Al momento i trattamenti più idonei da impiegare sui contagiati variano in base alla cartella clinica del paziente.

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.