Cosa sappiamo sull’immunità di gregge

L’immunità di gregge è un argomento tornato in auge con il Coronavirus, in quanto rappresenta l’unico indice di misura che ci può aiutare a comprendere quando usciremo o meno dalla pandemia.

Cosa significa immunità di gregge

I termini immunità di gregge, immunità di gruppo, immunità di branco o immunità collettiva indicano un meccanismo di difesa della comunità contro malattie infettive altamente contagiose. Principalmente si può ottenere attraverso la vaccinazione, che aiuta a limitare la circolazione, la diffusione e la trasmissione dell’agente infettivo: ciò però può avvenire solo se la stragrande maggioranza della popolazione è vaccinata.

Oltre alla vaccinazione, l’immunità può scaturire quando una parte significativa della popolazione ha sviluppato gli anticorpi a seguito di un’infezione. Tuttavia non si tratta della soluzione più idonea o certa per raggiungere la difesa di comunità necessaria.

Perché l’immunità di gregge è importante?

Vaccinare un’alta percentuale di popolazione permette alla comunità di ottenere l’immunità di gregge. Tutto ciò non solo consente di rallentare la trasmissione di un virus, ma anche di tenere al sicuro le poche persone che non possono vaccinarsi: più individui sono vaccinati, meno il virus circola, e così ci sono meno probabilità che le persone possano restare contagiate.

Leggi anche: Quando arriverà l’immunità di gregge contro il Covid?

come raggiungere immunità di gregge
By twenty20photos da Envato Elements

Immunità di gregge e Coronavirus: a che punto siamo?

Al momento, il vaccino contro il Covid resta l’unica soluzione per arginare la pandemia e poter raggiungere l’immunità di gregge. Ma non è così semplice, e non è detto che verrà raggiunta.

Da una parte, i vaccini finora disponibili sono pensati primariamente per contrastare l’insorgere della malattia, sebbene alcuni studi hanno confermato che riesce a limitare (ma non a bloccare del tutto) la trasmissione del Coronavirus.

Dall’altra, gli stessi vaccini hanno una durata limitata, di massimo 9/12 mesi. Si ipotizza quindi che ci sarà una terza dose da somministrare a tutta la popolazione mondiale, anche se l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) si sta opponendo a questa opzione, ribadendo l’esigenza primaria di vaccinare tutti.

Al centro, ci sono le varianti virali del Covid, come la variante Delta che ha fatto schizzare la richiesta di immunità di gregge al 90% a causa della sua alta contagiosità: un valore pressoché difficile da attuare, viste le reticenze di alcune persone nei confronti della vaccinazione e che gli under 12 sono una popolazione ancora non vaccinabile.

In linea generale, infine, la difficoltà di base sta nel fatto che l’indice di diffusione del virus in Italia è attualmente molto alto (R=6), e dunque anche il raggiungimento di un quadro endemico sembra ancora molto lontano.

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato