Bonus condizionatori 2022: di cosa si tratta e come ottenerlo

Redazione:

Il bonus condizionatori 2022 è una delle tante agevolazioni emanate nel corso degli ultimi mesi e permette una detrazione fiscale dal 50% al 66% a chi intende acquistarne uno nuovo o sostituirne uno vecchio. In questo articolo, scopriamo a chi va, come beneficiarne e su quali prodotti.

Che cos’è il bonus condizionatori 2022?

Il suddetto bonus, confermato dalla Legge di Bilancio 2022, è rivolto a chi acquista un nuovo condizionatore o sostituisce quello vecchio con un modello più sostenibile. Nello specifico, l’incentivo permette di ottenere una detrazione fiscale, che va dal 50% al 60%, a seconda che si ricorra all’Ecobonus (65% di detrazione), al Bonus ristrutturazione o al Bonus mobili (50% di detrazione).

Per beneficiare di questa agevolazione fiscale non è necessario presentare l’Isee né effettuare delle ristrutturazioni, ma comunque l’agenzia delle Entrate ha dichiarato che la domanda del Bonus deve essere messa nella categoria di lavori di manutenzione straordinaria. Dunque, dovranno essere presentate la prova e la documentazione dell’aumento del livello di efficienza energetica degli edifici già esistenti.

Leggi anche: Bonus idrico 2022: come richiederlo e cosa dice la proroga

che cos'è il bonus condizionatore
By LightFieldStudios da Envato Elements

Come ottenere il Bonus condizionatori 2022

È possibile ottenere l’agevolazione attraverso due modalità. La prima, per sconto diretto, ovvero al momento dell’acquisto del nuovo condizionatore. La seconda, come rimborso Irpef, riportando nella dichiarazione dei redditi le spese sostenute.

Questo Bonus può essere assegnato come credito d’imposta, che è possibile scalare dalle proprie tasse negli anni seguenti, o ceduto a soggetti terzi autorizzati quali, ad esempio, le banche. Al fine di acquisire questo incentivo è opportuno:

  • nel caso del bonus 50% che l’acquisto sia abbinato alla ristrutturazione della casa o a un intervento di manutenzione straordinaria senza ristrutturazione;
  • nel caso del bonus 65%, questo è ottenibile nel caso di acquisti di condizionatori con pompa di calore ad alta efficienza. 

In particolare, il bonus è applicato sull’acquisto di:

  • climatizzatore a basso consumo energetico;
  • deumidificatore d’aria;
  • termopompa o pompa di calore.

Chi può richiedere il bonus condizionatori 2022?

Questa agevolazione può essere richiesta sia dalle persone fisiche che dalle aziende. Tuttavia, chiunque ne faccia domanda deve essere il detentore dell’immobile in cui il nuovo dispositivo viene installato. Inoltre, le opere di ristrutturazione devono essere state iniziate dopo il 1° gennaio dell’anno precedente a quello in cui si acquista il condizionatore. Per poter ottenere il Bonus:

  • lo stabile deve essere a norma di legge, già accatastato o in fase di accatastamento e in regola coi pagamenti;
  • il pagamento dei lavori deve essere effettuato con sistemi tracciabili e documentato.

Leggi anche: Bonus 200 euro: chi può richiederlo e come si ottiene?

Installazione bonus condizionatori 2022
Fonte: DragonImages by Envato

Bonus condizionatori 2022: detrazione del 50%

Per ottenere la detrazione del 50% è opportuno acquistare un nuovo condizionatore a seguito di ristrutturazione edilizia ordinaria ed è necessario che l’intervento del dispositivo riduca il fabbisogno energetico dell’immobile.

Questa agevolazione viene riconosciuta anche in caso di installazione di un climatizzatore di classe energetica superiore, almeno A+, in occasione di una ristrutturazione edilizia straordinaria. Tale detrazione si ottiene con:

  • Bonus ristrutturazioni, cioè abbinata alla ristrutturazione della casa. È indispensabile in tal caso realizzare un intervento di recupero del patrimonio edilizio sia su singole unità immobiliari residenziali sia su parti comuni di edifici, sempre residenziali. L’intervento deve essere iniziato a partire dal 1° gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto dei mobili e degli elettrodomestici.
  • Bonus mobili, un intervento di manutenzione straordinaria senza la ristrutturazione, con la condizione di migliorare l’efficienza energetica e quindi dovrà essere presentata la prova dell’aumento del livello di efficienza energetica degli edifici.

Bonus condizionatori 2022: detrazione del 65%

La detrazione che deriva dal Bonus può arrivare al 65% nel caso in cui si effettuino lavori di riqualificazione energetica di una casa tramite Ecobonus, ovvero l’agevolazione fiscale a cui si accede quando si effettuano dei lavori di riqualificazione energetica su di un immobile sia unifamiliare che condominiale). Per ottenerla è necessario che:

  • l’acquisto riguardi un condizionatore con pompa di calore ad alta efficienza;
  • i lavori di ristrutturazione non siano essere iniziati prima del 1° gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto dell’impianto;
  • l’importo massimo detraibile sia pari a 46.154 euro in dieci quote annuali.

Bonus condizionatori 2022: superbonus 110%

In alcuni casi, è possibile ottenere una detrazione fiscale del 110%, chiamata superbonus, a seguito di una sostituzione dell’impianto di condizionamento. Condizione fondamentale è che questo venga realizzato insieme ad uno di questi interventi:

  • isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali relative l’involucro dell’edificio per almeno un quarto della stessa superficie con un limite di 60.000 euro moltiplicato per le unità abitative presenti;
  • sostituzione della caldaia con impianti centralizzati a condensazione per un massimo di 30.000 euro moltiplicato per ogni singola unità abitativa;
  • per le unità unifamiliari, in seguito a sostituzione della caldaia con impianti centralizzati, con un ammontare delle spese non superiore a 30.000 euro, comprese le spese per lo smaltimento e la bonifica dell’impianto sostituito.

I lavori svolti devono inoltre garantire il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio o il raggiungimento della classe più alta, da dimostrarsi tramite l’APE (Attestato di Prestazione Energetica).

Bonus condizionatori 2022: ecco la scadenza

Questa agevolazione è valida fino al 31 dicembre 2022.

abilitychannel.tv è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Annalisa Bencivenni
Dottoressa in comunicazione pubblica e d’impresa ed attualmente studentessa magistrale in organizzazione e marketing per la comunicazione d’impresa presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Appassionata di marketing e comunicazione, fa parte della redazione di Abilitychannel come tirocinante in copywriting.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato