test

Medaglie Olimpiadi e Paralimpiadi Parigi 2024 col ferro della Torre Eiffel

Redazione:

Quest’oggi presso il Comitato Organizzatore sono state svelate le medaglie delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi di Parigi 2024 (qui il programma completo): sia quelle oro, sia quelle d’argento che quelle di bronzo conterranno un pezzo di metallo che un tempo faceva parte della Torre Eiffel.

Come si può leggere dalla nota, la decisione di realizzare questa idea è nata dal desiderio di rendere questi oggetti unici e singolari, come ha spiegato il presidente del Comitato organizzatore Tony Estanguet: “”È stato fatto un lavoro enorme per cercare di mettere insieme questi metalli preziosi – oro, argento e bronzo – con il metallo più prezioso della Torre Eiffel, il gioiello della corona francese. La particolarità delle medaglie del 2024 è proprio l’unione, la fusione, la lega…”.

“La cosa più d’impatto quest’anno – ha poi dichiarato – sarà avere una parte del metallo originale della Torre Eiffel, il ferro, in queste varie medaglie. Questo è ciò che volevamo fare: fondere questi atleti del 2024 in un tutt’uno con quel metallo”. Le medaglie sono state realizzate da un noto marchio di gioielli di lusso, Chaumet, della LVMH Group company.

Come sono fatte le medaglie delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi di Parigi 2024?

Il frammento di ferro originale della Torre Eiffel non è stato amputato dalla torre in questione, ma sono frammenti asportati durante le varie ristrutturazioni fatte dal 1988 in poi. Dal frammento è stato comunque ricavato in un esagono, ed è stato lasciato nel suo colore originale. “Questo simbolo ricorda la mobilitazione di un intero Paese, al di là della sua capitale, per offrire gli storici Giochi Olimpici e Paralimpici”, si legge nel comunicato.

Inoltre il ferro è stato posto al centro e messo in rilievo con l’emblema dei Giochi. Tutte le medaglie hanno sul bordo il nome dello sport, della disciplina e dell’evento, in francese sulle medaglie olimpiche e in inglese su quelle paralimpiche. Il retro delle medaglie inoltre presenta delle differenze:

  • nelle medaglie olimpiche avremo un bassorilievo della Nike, la Vittoria Alata che dal 2004 è sulle medaglie dei Giochi, con sullo sfondo lo stadio Panathinaiko di Olimpia e la Tour Eiffel. Il nastro che sorregge le medaglie sarà blu.
  • nelle medaglie paralimpiche la rappresentazione grafica della Torre Eiffel vista dal basso, con la scritta Parigi 2024 impressa in Braille universale. Inoltre per gli atleti con disabilità visiva saranno incise la barra I, II e III per distinguere rispettivamente la medaglia d’oro, d’argento e di bronzo. Il nastro che le sorregge sarà rosso.

Leggi anche: Polemiche per le mascotte delle Olimpiadi e Paralimpiadi di Parigi 2024

retro medaglie olimpiadi e paralimpiadi parigi 2024
Foto Comitato Organizzatore Parigi 2024

Di seguito invece tutte le caratteristiche tecniche:

  • 5.084 medaglie prodotte
  • 85mm di diametro
  • 9,2mm di spessore
  • 18g di ferro della Torre Eiffel
  • 529g: il peso della medaglia d’oro
  • 525g: il peso della medaglia d’argento
  • 455g: il peso della medaglia di bronzo

“Chiamata per Parigi 2024”, il nostro podcast per le Paralimpiadi

Chiamata per Parigi 2024” è il podcast di Ability Channel dedicato alle prossime Paralimpiadi estive, attraverso il quale indaghiamo il mondo paralimpico dal punto di vista delle persone che hanno partecipato alle Paralimpiadi, stanno lavorando per ottenere la convocazione alla spedizione di Parigi 2024 o hanno fatto la storia del movimento dal punto di vista istituzionale.

Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato