Libri più famosi sulla disabilità: 5 titoli italiani imperdibili

Il mondo è ricco di libri sulla disabilità. Raccontare la disabilità significa, nella maggior parte dei casi, raccontare storie di vita vissuta. Storie che emozionano e che si imprimono nell’anima. La letteratura mondiale è ricca di libri, film e musica che raccontano (ognuna a proprio modo) un lato della disabilità e che offrono interessanti spunti di riflessione.

Papa Francesco, all’Assemblea Generale della Pontificia Accademia per la Vita, si è espresso così sulla disabilità: “Pertanto la mancanza di salute e la disabilità non sono mai una buona ragione per escludere o, peggio, per eliminare una persona; e la più grave privazione che le persone anziane subiscono non è l’indebolimento dell’organismo e la disabilità che ne può conseguire, ma l’abbandono, l’esclusione, la privazione di amore”.

Disabilità è vita, inclusione, condivisione, amore. O almeno questo dovrebbe essere. Siamo andati alla ricerca dei 5 libri sulla disabilità che hanno avuto più successo e che raccontano storie ad alto impatto emotivo. Cinque libri famosi che appartengono alla storia della nostra letteratura e che resteranno lì, per sempre.

Il più famoso dei libri sulla disabilità: “La solitudine dei numeri primi”

Quando si parla di libri sulla disabilità, il primo titolo che viene in mente è primo il romanzo di Paolo Giordano, “La solitudine dei numeri primi“. Un libro che è entrato nel cuore di molti e che racconta la storia di Alice e Mattia. Alice è una persona diventata zoppa a causa di un incidente sugli sci, Mattia è un bambino molto intelligente e vive con la sorella Michela, affetta da un grave ritardo mentale.

Alice soffre di anoressia nervosa, Mattia invece sfugge dalla vita sociale e ha tendenze autolesioniste. Il libro racconta le loro vite e il loro tentativo di superare i conflitti interiori fatti di turbamenti, cadute, chiusure. Come due numeri primi che crescono uno vicino all’altro ma per quanto vicini, non arriveranno mai a toccarsi veramente. Il libro ha avuto un successo incredibile e nel 2010 è diventato anche un film (diretto da Saverio Costanzo).

solitudine dei numeri primi libri sulla disabilità
(Credit photo: cultura.biografieonline.it)

“Se sembra impossibile, allora si può fare”: Parola di Bebe Vio

Beatrice Vio non ha bisogno di presentazioni. Stiamo parlando di una ragazza che è riuscita a trasformare la propria disabilità in forza esplosiva. Il suo carattere, il suo sorriso e il suo libro autobiografico edito da Rizzoli sono il manifesto lampante che volere è potere. Si chiama “Se sembra impossibile, allora si può fare” ed è un libro che si pone l’obiettivo di aiutare le persone a combattere le proprie battaglie quotidiane. Qualsiasi esse siano.

Le sue parole sono il segnale che la disabilità positiva esiste: bisogna solo vedere il bicchiere mezzo pieno e lottare. Sempre. “Perché ho accettato di scrivere questo libro? Per dirlo chiaro a tutti, non importa se giovani o adulti, con tutti i pezzi o con qualche pezzo in meno: Bisogna darsi da fare ragazzi. Non perdetevi niente, godetevi ogni secondo, godetevi ogni cosa. Io lo faccio tutti i giorni, da quando mi alzo al mattino a quando metto in carica le protesi delle mani alla sera. Potete riuscirci anche voi!”.

(credits photo: booktobook.it)

Il desiderio di sentirsi normale: “#Leggera come una piuma – Il mondo di Bea”

Ci sono traumi che ti cambiano per sempre. Sara Fiorentino ha deciso di imprimere il suo in un libro che è già storia: “Leggera come una piuma – Il mondo di Bea“. Il libro racconta la vita della nipote Beatrice, affetta da una malattia sconosciuta che ancora ad oggi non ha un nome. Una malattia che si è manifestata calcificazioni alle ossa che le hanno immobilizzato le articolazioni e non le hanno permesso di vivere come gli altri bambini.

La malattia le ha bloccato le braccia, il cervello e il sorriso ma non la sua voglia di vivere. Bea non mai camminato, mai gattonato, mai mangiato da sola. Ha vissuto solo 8 anni ed è morta il giorno di San Valentino del 2018. La ricerca non ha ancora fatto progressi sulla malattia e parte del ricavato va in beneficenza alla Onlus di Bea (e anche ad altri enti).

leggera come una piuma il mondo di bea

“Il pesce che scese dall’albero”: il più bello fra i libri sulla disabilità linguistica

Fra i libri che affrontano il tema della difficoltà nel linguaggio c’è “Il pesce che scese dall’albero“. La storia è incredibile: Francesco è un disastro: non ricorda i mesi dell’anno, confonde le lettere e non riesce proprio a imparare le tabelline. Una condizione molto particolare che lo porta a vivere una situazione di disagio. La maestra Diana si rende conto che non è pigrizia, ma dislessia.

Allora escogita un piano formativo alternativo: Francesco non studierà leggendo i libri, ma ascoltando e recitando. L’idea si rivela azzeccata e Francesco diventa così bravo da entrare in un’accademia teatrale. Questo libro, scritto da Francesco Riva, è una vera e propria iniezione di fiducia per le maestre che si trovano a doversi confrontare con alunni che hanno difficoltà di apprendimento. La prefazione è di Giacomo Stella.

Francesco Riva è l’autore di questo libro che affronta la dislessia in chiave positiva (credits photo: mentelocale.it)

Una finestra sull’autismo: Maurizio Arduino e le sue 4 storie

L’autismo è una patologia che può stravolgere un nucleo familiare. Il bambino va coccolato, interpretato, ascoltato nel suo modo di essere “diverso”. Maurizio Arduino, in un bestseller pubblicato da Einaudi (“Il bambino che parlava con la luce“), affronta il tema dell’autismo e ci restituisce 4 vite parallele. C’è Silvia, che osserva il mondo racchiuso in un granello di polvere.

Poi c’è Cecilia, affascinata dal movimento della corsa. Mattia invece non vuole giocare con gli altri bambini ma ha una conoscenza profonda delle radici quadrate. Infine c’è Elia, sommerso da voci interiori, che combatte per trovare una serenità interiore. Quattro storie di autismo (seguite dall’infanzia all’età adulta) che raccontano i drammi e le fatiche quotidiane delle famiglie che tentano di aiutarli.

Leggi anche: Disabili famosi: alla scoperta delle storie di 9 icone moderne

il bambino che parlava con la luce
Angelo Dino Surano
Angelo Dino Surano
Giornalista, addetto stampa e web copywriter con una passione particolare per le storie di successo. Esperto in scrittura vincente e comunicazione digitale, è innamorato della parola e delle sue innumerevoli sfaccettature dal 1983. La vita gli ha messo davanti sfide titaniche e lui ha risposto con le sue armi più potenti: resilienza e spirito di abnegazione. Secondo la sua forma mentis, il contenuto migliore è quello che deve ancora scrivere.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato