Disability Card, INPS: “Siamo in fase di ultimazione”

La Disability Card sta per arrivare. Nei giorni scorsi il presidente dell’INPS Pasquale Tridico ha presentato alla Camera la XX Relazione Annuale che fotograga l’attualità dell’Italia in tema di occupazione, nuove professioni, povertà, reddito, assegno unico, pensioni e innovazioni. Tra questi temi ha trovato ampio spazio anche la European Disability Card (Carta Europea della Disabilità).

Cosa dice l’INPS sulla Disability Card

Come si legge nel Rapporto Annuale dell’INPS, “sono in fase di ultimazione le attività per la realizzazione del progetto Disability Card”. Tale documento è stato inserito “tra le misure adottate su base volontaria dagli Stati membri per il raggiungimento di obiettivi strategici dell’Unione Europea 2010-2020 in materia di disabilità”.

In particolare questa iniziativa permetterà “l’accesso alle persone con disabilità a servizi in coerenza e reciprocità con gli altri paesi dell’UE, per contribuire alla piena inclusione delle persone con disabilità nella vita sociale delle comunità”.

La novità del progetto è abbastanza semplice: basterà presentare unicamente questo documento per certificare l’appartenenza a una determinata categoria e ottenere i benefici collegati in materia di beni o servizi, evitando di esibire altre certificazioni.

I criteri per il rilascio della Carta Europea della Disabilità sono disciplinati dal Dpcm del 6 novembre 2020. Spicca l’articolo 1, il quale stabilisce che il documento rilasciato dall’INPS identifica “i soggetti in condizione di disabilità o non autosufficienti”. Sarà lo stesso Istituto a verificare la “corrispondenza delle informazioni rese nella domanda del cittadino ai requisiti richiesti sulla base dei dati disponibili presso i propri archivi”.

Invece “la produzione delle carte valori e dei documenti di sicurezza” sarà demandato all’Istituto Poligrafico e alla Zecca di Stato. La consegna della Card avverrà entro 60 giorni successivi alla richiesta e sarà recapitata all’indirizzo di recapito del richiedente.

Leggi anche: Registro CUDE per il contrassegno disabili: a cosa serve?

Che cos’è la Disability Card?

La Disability Card è un documento d’identità che permetterà alle persone disabili di viaggiare in Europea ottenendo le agevolazioni in materia di cultura, tempo libero, sport e trasporti nei Paesi aderenti l’iniziativa. Al momento le nazioni partecipanti al progetto sono Belgio, Cipro, Estonia, Finlandia, Malta, Slovenia, Romania e Italia.

Il design del documento sarà molto simile a quello della carta d’identità e riporterà anche dei caratteri in Braille. L’obiettivo finale è sostituire il verbale d’invalidità con la European Disability Card a partire dal 2023. La carta sarà accessibile solo in risposta a determinati requisiti, classificati in quattro categorie:

  • persona non autosufficiente;
  • titolare d’indennità speciale;
  • titolare d’indennità di comunicazione;
  • invalido minorenne con difficoltà persistenti a svolgere compiti e funzioni proprie dell’età.

Leggi anche: Assegno di accompagnamento: l’INPS pensa ai limiti di reddito

european disability card
Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato