Depressione giovanile: cos’è, sintomi, cause e cura

Redazione:

La depressione giovanile è una questione medica e sociale, e non va sottovalutata. Come abbiamo già visto, la depressione non deve essere confusa con uno stato d’animo caratterizzato da tristezza e malinconia, ma si tratta di un vero e proprio disturbo. Inoltre, contrariamente a quanto crediamo, non è una malattia che riguarda unicamente adulti e anziani, ma è molto diffusa anche tra giovani e adolescenti.

In aggiunta, il fenomeno sembra essere in aumento negli ultimi anni, complice una pandemia da Covid che ha aumentato l’esigenza di ripensare a come tutelare la salute mentale – ad esempio, con l’introduzione dello psicologo di base.

Quali sono i sintomi della depressione giovanile?

La condizione della depressione giovanile può generare numerosi fraintendimenti in chi non conosce la materia, e spesso viene scambiata persino con l’ansia. La realtà dei fatti però ci dice che tale malattia ha una propria sintomatologia, seppur non è presente allo stesso modo in ogni paziente e contiene numerosi sintomi. Oltretutto, assieme a questa patologia, possono nascere altre condizioni come ansia, dipendenze o disturbi alimentari. L’elenco può contenere:

  • disturbi del sonno e dell’appetito;
  • sbalzi d’umore;
  • apatia;
  • impulsività;
  • mal di testa;
  • overthinking;
  • irritabilità e rabbia;
  • affaticamento;
  • perdita di peso;
  • svogliatezza;
  • tristezza;
  • problemi di rendimento;
  • pensieri riguardanti la morte o il suicidio;
  • problemi di concentrazione;
  • pianti frequenti;
  • isolamento sociale (da parenti e amici);
  • dubbi interiori, sensi di colpa, perdita di interesse e mancanza di entusiasmo.

Leggi anche: L’Ordine degli Psicologi: “Ecco cos’è lo stress da pandemia”

depressione giovanile sintomi cause
By twenty20photos da Envato Elements

Quali sono le cause della depressione giovanile?

In linea generale, la depressione non ha una specifica causa, ma può essere segnata da un un contesto multifattoriale. Ovviamente tutto dipende sempre dallo storico del paziente, ma grossomodo sono stati riconosciuti fattori biologici, psicosociali e fisici. In aggiunta a questi, la malattia può insorgere anche per l’abuso di alcuni sostanze (alcool o farmaci) e in associazione ad altre malattie.

La depressione nei giovani può comunque avere delle cause precise in base alla storia dell’adolescente. Oltre agli elementi sopracitati, possiamo riscontrare problemi familiari cronici, gravi lutti di persone care, gravidanze indesiderate, esperienze traumatiche o abusi fisici e sessuali.

Rimedi per la depressione giovanile: come uscirne?

Se non curata, la depressione nei giovani può diventare cronica e, in alcuni casi, letale. Per combattere questa malattia è necessario trattarla in base all’età del paziente, grazie soprattutto a un percorso di psicoterapia e un approccio comportamentale volto a superare la condizione. Nel caso potrebbe essere necessaria anche una terapia farmacologica, a discrezione del medico curante.

Leggi anche: La sindrome di Hikikomori è arrivata anche in Italia

Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.