Free Porn
xbporn

La Dengue delle zanzare sarà la Malattia X che scatenerà una pandemia?

Redazione:

La Febbre Dengue causata dalle zanzare potrebbe essere la prossima Malattia X tanto chiacchierata in questi giorni capace di causare una prossima pandemia. A dirlo ci sono diversi esperti che, a seguito dell’emergenza sanitaria globale causata dal Covid, stanno aumentando l’attenzione sulla successiva, probabile, pandemia. E gran parte della causa riguarda la crisi climatica.

Perché la Dengue delle zanzare potrebbe causare una prossima pandemia?

Il rischio Dengue è più concreto che mai. Negli ultimi mesi diversi paesi del Centro e Sud America, come Perù, Argentina, Guatemala e Brasile hanno dichiarato lo stato di allerta o emergenza a causa dell’epidemia di questa malattia, che sta trovando il suo picco tra febbraio e marzo 2024. Ma anche l’Italia sta preparando misure precise per evitare di farsi trovare impreparata – lo vedremo tra poco.

Come sappiamo, con il termine Malattia X – su cui ha discusso recentemente anche la virologa Ilaria Capua – viene indicata una probabile patologia che porterà alla prossima pandemia, e quindi a una potenziale minaccia per la saluta pubblica del genere umano.

E alcuni professionisti, tra cui Paolo Gabrielli, esperto di arbovirosi e professore di Zoologia all’università Statale di Milano, indicano proprio nelle zanzare la probabile, prossima, causa di una pandemia. “Ogni anno osserviamo un aumento dei casi autoctoni, a trasmissione locale – ha dichiarato a RaiNews -. La tendenza che ci aspettiamo è di registrare ogni estate sempre più contagi di questo tipo. La prossima pandemia potrebbe essere causata dalle zanzare? Io non sono così pessimista, ma la possibilità esiste”. Ovviamente è necessario sottolineare che ci stiamo muovendo semplicemente nel campo delle probabilità.

Secondo quanto scrivono su Radio Canada, al centro della causa della nuova, futura, pandemia va posta la distruzione che l’uomo sta causando sull’ambiente, che aumenta le probabilità di scambi virali tra le specie, tanto che uno studio pubblicato su PNAS ha affermato che nei prossimi decenni la probabilità che si verifichi una nuova epidemia nei prossimi decenni è triplicata.

Inoltre Cyril Caminade, fisico e ricercatore in climatologia presso l’Università di Liverpool, sottolinea che le malattie trasmesse da vettori come la Dengue e le malattie trasmesse dall’acqua sono particolarmente sensibili alle variazioni dei cambiamenti climatici. Soprattutto quelle trasmesse dagli antropodi come le zanzare sono molti sensibili alla crisi climatica.

“La temperatura dell’aria ha un impatto molto forte sulla longevità, sulla mortalità, sullo sviluppo delle zanzare e sulla velocità con cui l’agente patogeno si sviluppa all’interno della zanzara”, ha spiegato Caminade.

Ovviamente, la Dengue è sul banco degli imputati, ma come questa particolare febbre causata dalle zanzare andranno tenute d’occhio altre possibili minacce, che a livello numerico però sono molto difficili da prevedere.

Leggi anche: Risvegliato virus ‘zombie’ dal permafrost in Siberia: cosa sappiamo?

dengue febbre
By zelmab da envato elements

Qual è la situazione della Febbre Dengue in Italia?

Per il momento in Italia la situazione della Dengue è sotto controllo, ma l’attenzione resta alta. Questo perché, dopo i numerosi casi segnalati nel 2023, anche quest’anno nel Bel Paese sono stati registrati 48 casi importati di Febbre Dengue.

Ciò ha portato il Ministero della Salute a emanare una terza circolare sul tema, raccomandando l’importanza di fronteggiare l’aumento globale dei casi anche in vista della stagione vettoriale 2024: “Si invitano Regioni e Province autonome a predisporre tutte le misure previste dal Piano nazionale di prevenzione, sorveglianza e risposta alle arbovirosi Pna 2020-2025, atte a ridurre il rischio di trasmissione autoctona di virus Dengue”.

Che cos’è la Febbre Dengue, quali sono i sintomi, quanto è pericolosa e come si cura?

La Dengue, conosciuta anche come febbre Dengue o Febbre Rompiossa, è una malattia tropicale virale, che può diventare endemica in determinate zone del mondo, in particolare nelle zone tropicali. La trasmissione di questa malattia è causata dalla zanzara Aedes, la quale può infettare l’uomo.

Tra i sintomi di questa patologia troviamo, nella forma classica, febbre, brividi, cefalea, sudorazione, mialgie, lombalgia, dolori alle gambe e alle articolazioni, disturbi gastrointestinali e problemi respiratori, mentre nella forma emorragica abbiamo trombocitopenia, manifestazioni emorragiche e diminuzione di liquidi.

Ogni possibile terapia di cura va discussa sempre prima con un medico. Attualmente in Italia esiste un vaccino contro questa patologia, ma non abbiamo un trattamento specifico per la sua eradicazione. Per scoprire quali sono le zone a rischio Dengue, è possibile consultare la mappa del Centers for Disease Control and Prevention.

Leggi anche: Malattia del Cervo Zombie: cos’è, sintomi e cosa rischia l’uomo

febbre dengue nel mondo
Fonte immagine:
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.