Daniel Dias a Tokyo 2020 con una protesi manga

Daniel Dias, il 14 volte campione di nuoto paralimpico, andrà alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 con vero e proprio stile giapponese. Il 13 maggio scorso, infatti, l’atleta ha pubblicato sulla propria pagina Facebook le foto della nuova protesi della sua gamba destra trasformata artisticamente in stile manga, in occasione del prossimo evento sportivo. Per la precisione, nella parte superiore dell’estensione del suo arto è stato disegnato lo stesso Daniel Dias col tipico tratto dei fumetti del Sol Levante.

daniel dias-protesi manga-protesi manga daniel dias-protesi daniel dias-manga daniel dias-paralimpiadi tokyo 2020-paralimpiadi 2020-ability channel

Daniel Dias e la protesi manga: chi c’è dietro l’iniziativa

“Oggi ho ricevuto il nuovo adattamento della mia protesti“, annunciava Daniel Dias con un post su Facebook. Ma chi c’è dietro quest’opera? È lo stesso Dias a rivelarlo: l’azienda Ottobock do Brasil e l’artista Michel Borges. Due attori che, assieme, come scritto sui social dallo stesso nuotatore, gli hanno consegnato un oggetto che “mi ha immerso ancora di più nel clima delle Paralimpiadi di Tokyo 2020”.

Dichiarazioni online a cui sono seguite anche quelle alla stampa. Come riporta Gazzetta.it, infatti, Daniel Dias ha parlato di un rapporto “molto particolare” con la propria protesi, definita una parte di sé. E, quindi, “quale modo migliore per ottenere supporto per le Paralimpiadi di Tokyo se non utilizzarla a pieno?”. Manifestazione a cui, quindi, prenderà parte con una protesti “bella e comoda. Questa tecnologia fa molta differenza nella mia qualità della vita e sono lusingato dall’affetto con il quale tutto questo è stato progettato”.

Michel Borgers, il brasiliano esperto in manga

Michel Borgers è famoso in Brasile per essere uno dei principali illustratori locali di manga. N’è prova la qualità stilistica disegnata sulla protesi del connazionale. “Mi sono ispirato allo sport di Daniel, al nuoto e ad un noto quadro del 19° secolo, il Great Wave off Kanagawa – spiega Borgers -. È molto tradizionale e iconico. Dato che i Giochi saranno in Giappone, questo mio lavoro si riferisce anche agli atleti in battaglia”. Al momento, è la prima volta che Borgers ‘opera’ la propria creatività sopra uno strumento di questo tipo: “Mi piace uscire dai miei stessi confini. Ero emozionato quando Ottobock mi ha contattato e ho detto di sì immediatamente”.

La tecnologia di Ottobock

Appunto, Ottobock do Brasil è l’azienda che ha preso l’iniziativa e ha realizzato questo progetto. “Daniel Dias rappresenta la nostra essenza: alte prestazioni ed eccellenza”, ha dichiarato Ricardo Oliveira, l’amministratore delegato. L’iniziativa fumettistica coincide, inoltre, con i 100 anni di entrata nel mercato mondiale dell’impresa, “che offre protesti ad alta tecnologia in modo che non solo gli atleti e chiunque possano cercare l’indipendenza”.

daniel dias-protesi manga-protesi manga daniel dias-protesi daniel dias-manga daniel dias-paralimpiadi tokyo 2020-paralimpiadi 2020-ability channel

Fonte foto: pagina Facebook Daniel Dias