La ristrutturazione del Centro NeMO di Napoli è conclusa: la struttura sarà presentata il 4 luglio

Sabato 4 luglio 2020 partiranno ufficialmente le attività del Centro NeMO di Napoli. I lavori di ristrutturazione dell’Ospedale Monaldi, infatti, sono terminati, e dunque presto la struttura potrà accogliere un centro specializzato nella cura di alcune malattie invalidanti.

Dopo Milano, Roma, Arenzano e Messina, di fatto, il capoluogo campano diventa il 5° polo d’importanza nazionale specializzato nelle malattie neuromuscolari come SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), SMA (Atrofia Muscolare Spinale) e distrofie muscolari.

Leggi anche: Centro NeMO Napoli è realtà: a ottobre 2020 sarà pronto il team multidisciplinare

Centro NeMO Napoli: cronistoria e dettagli della struttura

I lavori all’Ospedale Monaldi erano stati annunciati il 19 febbraio 2019, per poi essere iniziati nell’ottobre dello stesso anno. Il termine della ristrutturazione, invece, era prevista per l’estate 2020, e così è stato.

Il Centro Clinico NeMO di Napoli diventa quindi il quinto “ponte tra i pazienti e le risorse di eccellenza presenti sul territorio, al fine di permettere lo sviluppo della conoscenza sulle patologie neuromuscolari”, come spiega la struttura clinica in una nota.

Nel dettaglio, gli spazi della struttura accoglieranno “un nucleo centrale di tipo fisico-riabilitativo, a cui afferiscono principalmente le specialità neurologiche, pneumologiche e cardiologiche ed è in grado di offrire un’assistenza multidisciplinare e all’avanguardia”.

Come sarà composto il Centro NeMO di Napoli? Occuperà un’area di 1.100 mq, avrà 23 posti letto per degenza ordinaria (di cui 6 pediatrici) e 3 per il day hospital.

Chi interverrà alla presentazione?

All’intervento prenderanno parte diverse importanti personalità:

  • Vincenzo De Luca (presidente della Regione Campania)
  • Maurizio di Mauro (direttore generale dell’Ospedale Monaldi);
  • Alberto Fontana (presidente dei Centri Clinici NeMO);
  • Luca Cordero di Montezemolo (presidente della Fondazione Telethon);
  • Massimo Mauro (presidente AISLA);
  • Marco Rasconi (presidente UILDM);
  • Daniela Lauro (presidente Famiglie SMA).
Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato