Tokyo 2020, Pfizer e BioNTech donano vaccini per i partecipanti

Le aziende Pfizer e BioNTech doneranno i loro vaccini anti-Covid ai partecipanti delle Olimpiadi e Paralimpiadi di Tokyo 2020, così da aumentare considerevolmente la possibilità di svolgere i Giochi in piena sicurezza. L’annuncio è arrivato dal Comitato Paralimpico Internazionale.

Tokyo 2020: firmato il Memorandum of Undestanding

Come si legge in una nota dell’IPC, per garantire una maggiore sicurezza contro il nuovo Coronavirus durante Tokyo 2020, “il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha annunciato oggi la firma di un Memorandum of Understanding (MoU) con Pfizer e BioNTech per donare le dosi del vaccino COVID-19 ai partecipanti ai Giochi dei Comitati Olimpici e Paralimpici Nazionali di tutto il mondo”. 

Si tratterà di una vera e propria sinergia, in quanto “i Comitati Olimpici Nazionali (NOC) lavoreranno con i loro governi locali per coordinare la distribuzione locale in conformità con le linee guida di vaccinazione di ciascun paese e in conformità con le normative locali”. Insomma, se nella propria nazione gli atleti non avranno ricevuto un vaccino, potranno averlo direttamente alle prossime Olimpiadi e Paralimpiadi.

Leggi anche: Tokyo 2020, in Giappone torna l’ipotesi della cancellazione dei Giochi

donazione vaccini covid tokyo 2020

Tokyo 2020, Bach: “Accettare il vaccino significa inviare un messaggio potente”

“Questa donazione del vaccino è un altro strumento nella nostra cassetta degli attrezzi di misure per contribuire a rendere i Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020 sicuri e protetti per tutti i partecipanti, e per mostrare solidarietà ai nostri gentili ospiti giapponesi”. Queste le parole del presidente del Comitato Olimpico Internazionale Thomas Bach a margine dell’accordo con Pfizer e BioNTech.

Ora però tocca agli sportivi, come sottolinea lo stesso Bach: “Stiamo invitando gli atleti e le delegazioni partecipanti ai prossimi Giochi Olimpici e Paralimpici a dare il buon esempio e ad accettare il vaccino dove e quando possibile”. Anche perché “prendendo il vaccino, [i partecipanti, ndr] possono inviare un messaggio potente che la vaccinazione non riguarda solo la salute personale, ma anche la solidarietà e la considerazione del benessere degli altri nelle loro comunità”.

Anche Andrew Parsons, presidente dell’IPC, commenta positivamente l’accordo: “L’IPC e il CIO stanno prendendo tutte le misure possibili per garantire giochi di Tokyo 2020 sicuri e di successo e la donazione di vaccini da parte di Pfizer e BioNTech per i team diretti in Giappone sarà sicuramente di aiuto”.

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato