Test antigenici rapidi per Covid equiparati ai tamponi molecolari

I test antigenici rapidi per diagnosticare il Covid saranno equiparati ai tamponi molecolari o nasofaringei, con alcune limitazioni. Lo ha fatto sapere il Ministero della Salute. Cambia dunque la strategia di contact tracing e di conteggio di positivi date dai test per Coronavirus.

Test antigenici rapidi per Covid: cosa e come cambiano

Attualmente gli unici casi conteggiati tra i positivi da Coronavirus sono quelli risultati tali dal tampone molecolare (il nasofaringeo, un cotton fioc inserito nella bocca e nel naso). Con la nota dell’8 gennaio 2021, però, il Ministero della Salute ha introdotto un importante aggiornamento, seppur con qualche restrizione: i test antigenici rapidi potranno essere equiparati ai test molecolari, ma solo in alcuni casi.

Innanzitutto, va detto che il comunicato specifica che a rientrare nell’insieme dei test rapidi antigenici utili al conteggio saranno quelli “di ultima generazione“, in quanto “sembrano mostrare risultati sovrapponibili ai saggi di RT-PCR” (cioè al tampone molecolare). Tuttavia, rispetto a quelli noti, hanno un costo decisamente più elevato (50 euro contro i 30 delle prime generazioni).

test antigenici rapidi come molecolari

Quali sono i test rapidi antigenici di ultima generazione?

Quelli che assicurano determinate performance: più dell’80% di sensibilità e oltre il 97% di specificità, così da determinare un basso rischio di falsi negativi (sensibilità) e falsi positivi (specificità).

Ci sono comunque delle limitazioni. Il test rapido antigenico non potrà essere usato sempre, ma solo quando la disponibilità dei molecolari sarà limitata. Inoltre, per far sì che rientrino nel conteggio totale quotidiano, dovrà essere percorsa una delle seguenti 2 opzioni:

  • In caso di test su sintomatico, l’antigenico rapido va fatto entro 5 giorni dall’esordio dei sintomi. Se risulterà negativo, sarà necessaria un’ulteriore conferma dopo 2/4 giorni dal risultato, usando un test rapido di ultima generazione oppure un tampone molecolare;
  • In caso di test su asintomatico, ok agli antigenici rapidi tra il terzo e il settimo giorno dall’esposizione al Covid. Se negativo, bisognerà ripetere il test con il molecolare o il rapido dopo 2/4 giorni dal primo risultato.
test rapidi antigenici come molecolari
Fonte: Ministero della Salute

Cosa sono i test antigenici rapidi per il Covid?

Finora questi test erano disponibili principalmente in aeroporti, porti e scuole, ma la circolare del Ministero della Salute ha cambiato il quadro della situazione. Cosa sappiamo su questi test? I tamponi rapidi, a differenza di quelli molecolari, hanno un valore di screening: sostanzialmente, almeno quelli di prima generazione, non sono affidabilissimi per una diagnosi clinica efficace.

Il risultato infatti è dipeso da un fattore: i test antigenici rapidi cercano gli antigeni, cioè le proteine virali in grado di legarsi agli anticorpi. Per questo motivo, è sufficiente un campione di saliva o un tampone niro-faringeo – meno invasivo del tampone naso-faringeo. Il punto di forza di questo test per Coronavirus è la rapidità di ottenere un risultato (circa un quarto d’ora), il punto debole invece è l’incertezza del risultato stesso. Con le nuove misure adottate, il Ministero punta a risolvere tale problematica.

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato