Spese mediche detraibili: contante al posto del pagamento tracciabile?

L’Agenzia delle entrate ritorna sull’argomento delle spese mediche e sanitarie detraibili, ricordando che la legge di bilancio 2020 ha stabilito che solo il pagamento con modalità tracciabili (esempio, con bonifico bancario o postale, carte di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari) consente – dal 1° gennaio 2020 – la detrazione del 19 per cento degli oneri indicati nell’art.15 del TUIR, tra i quali rientrano le spese sanitarie. Solamente le spese “tracciate” vengono inviate al Sistema “Tessera sanitaria” da parte dei soggetti che hanno percepito i pagamenti.

Spese mediche detraibili: quando il contato invece del pagamento tracciabile?

Esiste comunque un’eccezione al sistema di tracciabilità. Si può continuare ad utilizzare il contante, naturalmente senza perdere il diritto alla detrazione, per l’acquisto di medicinali e di dispositivi medici e per pagare le prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o dalle strutture private accreditate al Servizio sanitario nazionale.

Leggi anche: Le spese sanitarie pagate in contanti: è possibile?

Avatar
Redazione - Ability Channel
Dal 2011 la redazione di Ability Channel tiene informati i suoi lettori su tutto ciò che riguarda il mondo della disabilità: partendo dalle patologie, passando per le attività di enti ed associazioni, fino ad arrivare a raccontarne la spettacolarità sportiva paralimpica. Ability Channel è l'approccio positivo alla disabilità, una risorsa fondamentale della nostra società.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato