Premio OMAR 2021: sarà possibile inviare le candidature fino al prossimo 3 gennaio

Sono aperte ufficialmente le candidature per l’ottava edizione del Premio OMAR, importante riconoscimento per la comunicazione sulle malattie rare. C’è tempo fino al 3 gennaio 2021 per inviare il proprio lavoro. Tra i patrocinanti dell’evento, ci siamo anche noi di Ability Channel.

Premio OMAR: le categorie in gara

Sono ben 6 le categorie alle quali gli interessati possono candidarsi per provare a vincere alcuni dei 20 mila euro messi in palio. L’obiettivo è valorizzare chi ha saputo condividere e sensibilizzare il mondo delle malattie rare in maniera efficace e corretta verso l’opinione pubblica, grazie ai diversi mezzi di comunicazione. Nel dettaglio:

  • Premio giornalistico categoria stampa e web;
  • Premio giornalistico categoria audio video;
  • Premio per la migliore campagna di comunicazione (categoria professionisti);
  • Premio per la migliore campagna di comunicazione (categoria non professionisti);
  • Premio per la migliore divulgazione attraverso foto, illustrazioni, fumetti, installazioni artistiche;
  • Premio della Giuria.

I lavori da inviare (articoli, servizi audio-video e altre iniziative di comunicazione) dovranno essere stati diffusi e/o pubblicati nel periodo che va dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020. La proclamazione dei vincitori avverrà a Roma, in una data vicina alla Giornata Mondiale delle Malattie Rare – la quale si celebra ogni anno il 28 febbraio.

Per candidarsi, basta andare sul form apposito realizzato sul sito della manifestazione.

Leggi anche: VI Premio Omar per la Giornata delle Malattie Rare 2019

Direttore OMAR: “COVID ha sottolineato l’importanza della corretta informazione”

Come si legge nella nota stampa, secondo Ilaria Ciancaleoni Bartoli, direttore di OMAR, “l’emergenza causata dalla pandemia da COVID-19 ha messo ancora più in evidenza l’importanza di un’informazione corretta e puntuale, soprattutto quella medico-scientifica, e del suo impatto sulla società. La verifica delle fonti, l’accuratezza e la veridicità di una notizia, sono elementi essenziali da seguire anche per chi comunica nel mondo delle malattie rare: un ambito talvolta complesso, ma che interessa da vicino più di 2 milioni di persone in Italia”.

“Con questo Premio – conclude Bartoli – si vuole, quindi, valorizzare tutte le figure professionali e non, che si impegnano costantemente nel loro lavoro, stando al passo con le nuove tecnologie e parlando di temi complessi in modo che siano comprensibili per la popolazione”.

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato