Che cos’è il Pneumococco, quali sono i sintomi e che vaccino esiste

Il Pneumococco (Steptococcus Pneumoniae) è un batterio molto diffuso, solitamente abita le mucose respiratorie e non crea gravi danni al nostro organismo. Tuttavia, nel caso in cui trovasse condizioni ottimali per potersi replicare esponenzialmente, potrebbe causare gravi malattie e sintomi da pneumococco associati.

In linea generale colpisce soprattutto i bambini con meno un anno di età e gli adulti che hanno superato i 65 anni, in particolare se fumatori o portatori di impianti cocleari. Nell’insieme delle persone a rischio rientrano anche individui con determinate patologie come diabete, cardiopatie, malattie del sangue e del fegato. Attualmente sono noti più di 90 ceppi di Pneumococco, si diffonde peculiarmente durante il periodo invernale e può determinare delle rare epidemie (soprattutto nelle scuole).

batterio del pneumococco

Elenco dei sintomi da Pneumococco

Prima di affrontare il discorso, bisogna differenziare l’infezione pneumococcica non invasive da quella invasive. Nel primo caso ci troviamo in condizioni di malattie non troppo severe, nel secondo invece possono insorgere segni abbastanza gravosi per l’organismo.

In presenza di sintomi lievi da pneumococco troviamo otite, sinusite o congiuntivite. D’altra parte, se il batterio dovesse copiosamente replicarsi e raggiungere zone che notoriamente non abita (come il sangue), allora possono svilupparsi delle malattie batteriche invasive, come setticemia, batteriemia, polmonite, meningite, osteomielite e mastaodite. In casi ancora gravi, tutto ciò può sfociare in sepsi.

Altri sintomi che possono comparire sono:

  • infezioni ai seni paranasali e all’orecchio;
  • tosse, febbre e respiro difficoltoso o accellerato;
  • mal di testa e stato confusionale;
  • ridigità del collo;
  • sensibilità alla luce intensa.

Come si trasmette il batterio del Pneumococco?

Il Pneumococco si trasmette per via aerea, in maniera simile al Covid, attraverso le goccioline di saliva emesse con starnuti, tosse o parlando. Tra le possibilità di infezione vi è anche il contatto con materiale contaminato da saliva infetta.

tosse tra sintomi pneumococco

Esiste un vaccino contro i sintomi del Pneumococco?

La cura principale contro il Pneumococco è la penicillina, sebbene alcune forme possono contrastare gli antibiotici, e a quel punto potrebbe essere necessario il ricorso agli antimicrobici. Per saperne di più, comunque, vi invitiamo a sentire sempre prima il parere di un medico. A oggi esiste il vaccino antipneumococcico, che generalmente viene somministrato prima che i bambini compiano 2 anni: l’obiettivo è ridurre l’infezione dell’80%.

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato