Multa per occupazione illecita del parcheggio disabili: l’importo

Chiunque occupi il parcheggio disabili senza contrassegno può ricevere una multa salata, che può variare in base alla gravità della condotta e al tipo di mezzo usato. I posti per le persone con disabilità vengono spessi presi da individui che non hanno i requisiti e i diritti idonei alla situazione. Per questo in Italia la legge impone delle pene molto severe, che in alcuni casi possono anche andare al di là dell’illecito amministrativo.

Multa parcheggio disabili: importo in euro

Chi prende abusivamente un parcheggio per disabili rischia una multa veramente salata. Nel dettaglio:

  • Nel caso di occupazione con autovettura senza contrassegno, l’articolo 188 del Codice della Strada disciplina una sanzione da 84 a 335 euro e la decurtazione di 2 punti dalla patente. Si tratta di una disposizione che si applica anche nel caso alle auto parcheggiate sugli scivoli del marciapiede;
  • In caso di motociclo, il costo varia da 40 a 163 euro.
multa per parcheggio disabili

Multa parcheggio disabili: quand’è violenza privata

Finora abbiamo parlato di illeciti amministrativi previsti dal Codice della Strada, eppure ci sono casi in cui possiamo parlare di reati veri e propri. Nel 2017 la sentenza n. 17794 della Quinta sezione penale della Suprema Corte ha riconosciuto la violenza privata nell’occupare un parcheggio disabili specifico.

In particolare, accade quando un automobilista che occupa abusivamente un parcheggio disabili destinato a una persona che lavora o abita nella zona: in sostanza, si riferisce al posto riservato nominale (con numero di targa identificativo ed il numero di ordinanza del tesserino blu). In questo caso, quindi, si parla di violenza privata.

Leggi anche: Il corto contro chi occupa il parcheggio disabili: intervista

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato