Violenza privata per parcheggio disabili in parcheggio privato

Finalmente la Corte di Cassazione ha riconosciuto il reato penale per chi parcheggia in un parcheggio disabili nominale, cioè con il proprio numero di targa identificativo ed il numero di ordinanza del contrassegno blu europeo.

Questa sentenza della Corte di Cassazione insegna che parcheggiare sulle strisce gialle riservate nominalmente ad una persona disabile non comporta più solo un’infrazione del Codice della strada con relativa multa, ma anche una condanna penale per violenza privata con il risarcimento alla parte offesa, quindi alla persona disabile.

parcheggio per disabili

Parcheggio disabili in parcheggio privato: iter processuale

Una vicenda durata 8 anni e iniziata nel 2009 dalla Sig.ra Giuseppina, disabile di 49 anni, che ha querelato il Sig. Mario, normodotato di 63 anni, che aveva parcheggiato la sua automobile per 16 ore nel posto riservato in modo nominale alla signora disabile.

Un iter processuale lunghissimo che vede questi due cittadini palermitani scontrarsi su una giustizia che dovrebbe esistere a priori. Lei è stremata da una giornata di attesa (situazione aggravata da problemi fisici gravi) e dalle continue chiamate alla Polizia Municipale che ritarda l’intervento e poi ai Carabinieri di zona che inoltrano la richiesta ai Vigili che finalmente, alle 2.30 di notte, riescono a portare via la macchina che stazionava nel parcheggio dalle 10.30 del mattino.

Lui tenta inutili scuse di difesa incolpando figlio e nuora per questo parcheggio, ma tutto questo non è dimostrabile e quindi l’uomo viene condannato a 4 mesi dal giudice di Palermo, con una sentenza che viene confermata in appello. Non si arrende e ricorre in Cassazione con le stesse giustificazioni ma anche qui gli vengono confermati i 4 mesi per violenza privata per aver occupato il parcheggio disabili in parcheggio privato.

Redazione - Ability Channel
Dal 2011 la redazione di Ability Channel tiene informati i suoi lettori su tutto ciò che riguarda il mondo della disabilità: partendo dalle patologie, passando per le attività di enti ed associazioni, fino ad arrivare a raccontarne la spettacolarità sportiva paralimpica. Ability Channel è l'approccio positivo alla disabilità, una risorsa fondamentale della nostra società.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato