test

FA Cup: Liverpool in festa con Moamen Zakaria, ex-calciatore con SLA

Il Liverpool, Mohamed Salah e Moamen Zakaria insieme per festeggiare la vittoria del FA Cup da parte dei Reds, anche se il secondo non gioca e non ha mai giocato per la squadra inglese. A seguito della finale vinta lo scorso sabato 14 maggio ai danni del Chelsea, grazie ai calci di rigore, l’ex attaccante della Roma ha invitato alla festa in spogliatoio anche Moamen Zakaria, talento del calcio egiziano che nel 2020 si è dovuto ritirare a causa della SLA, la Sclerosi Laterale Amiotrofica.

Nel filmato dei festeggiamenti diffusi online, possiamo notare Zakaria al centro dei festeggiamenti con in mano la FA Cup, mentre i giocatori del Liverpool ballano e cantano attorno a lui. Secondo quanto riportato dai media, e come conferma un post su Instagram dello stesso Zakaria, l’idea è stata di Mo Salah. L’episodio ha fatto il giro del mondo, raccogliendo l’ovazione dei tifosi del Liverpool e non solo.

Leggi anche: Cristiano Ronaldo, un telefono e il piccolo tifoso con autismo: la storia

fa cup salah mohamed zakaria
Fonte foto: account instagram Mohamed Salah

Chi è Moamen Zakaria?

Moamen Zakaria è nato a Sohag il 12 aprile 1988 ed è stato un calciatore egiziano impiegato principalmente come trequartista, prima di ritirarsi nel 2020 a seguito della diagnosi di una rara forma di Sclerosi Laterale Amiotrofica. Ha militato in alcuni club egiziani, collezionando circa 200 presenze. Durante la propria carriera ha conquistato 3 volte la Coppa d’Egitto, 2 volte la Supercoppa d’Egitto e 2 volte il Campionato egiziano. Ha anche vestito la maglia della nazionale egiziana il 30 agosto 2014 in occasione della partita amichevole vinta contro il Kenya per 1 a 0.

Cos’è la Sclerosi Laterale Amiotrofica?

La Sclerosi Laterale Amiotrofica, nota anche come SLA, Sclerosi Amiotrofica Laterale o Amyotrophic Lateral Sclerosis, è una malattia rara degenerativa che colpisce i motoneuroni, compromettendo i movimenti della muscolatura volontaria del soggetto. Essendo una patologia rara, la sua diagnosi è spesso difficoltosa, per questo lo screening neonatale può giocare un ruolo fondamentale nell’anticipare l’esordio della malattia. Tra i sintomi iniziali troviamo:

  • brevi contrazioni muscolari (mioclonie), crampi, rigidità o debolezza muscolare che influiscono sul funzionamento dell’arto colpito;
  • dimagrimento muscolare o atrofia;
  • voce indistinta o tono nasale;
  • prime difficoltà nella pronuncia delle parole, in particolare quelle che contengono la lettera “R”.

Leggi anche: Olivier Giroud ha dichiarato di avere una malattia neuromuscolare

Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.