L’azienda delle mascherine trasparenti: “Sono DPI di categoria 1”

Pochi giorni dopo la fine della quarantena, in una nostra intervista, il rapper sordo Brazzo aveva sottolineato l’esigenza di produrre e distribuire mascherine trasparenti, in quanto permettono di leggere facilmente il labiale.

La richiesta non riguarda solo i sordi, bensì si applica a svariate categorie sociali, come gli insegnanti o gli addetti alle vendite. Basti pensare che, recentemente, il tema è esploso in concomitanza con la riapertura delle scuole. A che punto siamo?

Mascherine trasparenti, l’ok del Comitato tecnico-scientifico

Il Comitato tecnico-scientifico ha preso una posizione in merito alla possibilità di dotare il personale docenti di mascherine trasparenti. Decisione che è stata varata tra la fine di agosto e l’inizio di settembre 2020: sì alle mascherine trasparenti, purché siano annoverate tra i dispositivi di protezione individuale.

Mascherine trasparenti, intervista all’azienda: “Ecco come sono fatte”

Per permettere la diffusione capillare dei nuovi DPI in tutta Italia, il Ministero dell’Istruzione si è avvalso dell’aiuto di Under Shield, azienda di Fontaniva (Padova) che, in collaborazione con l’Istituto per sordi Magarotto, ha realizzato il dispositivo. Abbiamo contattato il CEO Paolo Pandin per saperne di più.

mascherine trasparenti per sordi da indossare a scuola
Paolo Pandin, CEO di Under Shield (ph. Under Shield FB)

Com’è nata la possibilità di collaborare con il Ministero dell’Istruzione per creare queste mascherine trasparenti?

“Il fatto è che sono loro che hanno contattato noi. Ho ricevuto una chiamata in mattinata da parte del dott. Mauro Bonaretti del team Arcuri (squadra che sta aiutando il Governo nella gestione della pandemia da Coronavirus e che ha lavorato su Immuni, ndr) chiedendomi informazioni sul progetto che, in realtà, avevo cominciato a sviluppare qualche mese prima.”

Quindi le mascherine trasparenti sono un’idea della vostra azienda?

“Sì, avevamo già sviluppato il prodotto definitivo con l’Istituto Magarotto, e quindi erano già presenti all’interno del nostro sito a maggio 2020.”

Come sono fatte le mascherine trasparenti?

“Queste mascherine trasparenti sono state realizzate per permettere la lettura del labiale. Perciò, abbiamo preso una mascherina che ci ispirava come sagoma e abbiamo cercato di inserire in maniera preformata una lastra di poliuretano trasparente, in modo che aderisca attorno al viso per effetto del materiale filtrante che utilizziamo anche nelle mascherine di tessuto lavabili, cosicché non andasse in bocca mentre si parla.”

A chi sono indirizzate queste mascherine?

“Sono nate per via dell’esigenza di una compagnia aerea, che abbiamo servito con le classiche mascherine. Poi, entrando in contatto con il Magarotto, abbiamo capito che c’è la possibilità di utilizzarle in tutti gli ambiti, in particolare dove ho bisogno di far vedere la mia espressività.”

creatori mascherine trasparenti
ph. Under Shield FB

Queste mascherine trasparenti sono riconosciute come dispositivi di protezione individuale?

“Assolutamente sì, con tanto di dichiarazione di conformità. È stato classificato come DPI di categoria 1.”

La fase di sperimentazione è già in corso?

“La fase di sperimentazione è stata fatta durante la maturità (dell’anno scolastico 2019/2020, ndr), quando il Magarotto aveva l’esigenza di poter dialogare con i suoi ragazzi. La mascherina chirurgica non lo permetteva, e così hanno utilizzato le mascherine trasparenti. È stata battezzata positivamente, anche se chiaramente alcune piccole modifiche sono state fatte.”

Per quanto riguarda la fase di produzione e distruzione, a che punto siamo?

“La produzione è già operativa da maggio 2020. Fino a 2/3 settimana fa, la produzione è stata veramente blanda. Ora siamo già attrezzati per una produzione importante.”

Si conosce il numero di unità disponibili di queste mascherine trasparenti? Intendo a livello di stoccaggio.

“Le migliaia di mascherine che produciamo giornalmente vengono assorbite quotidianamente. Vorremo avere qualche migliaio di pezzi a stock per evadere velocemente l’esigenza degli istituti.”

Ci sono altre tipologie di aziende che vi hanno chiesto le mascherine trasparenti?

“Oggi la domanda sta arrivando da svariati settori, come le aziende commerciali, per dare al commerciale qualcosa che mostri la faccia, il settore carto-tecnica, il settore sicurezza, per la zootecnia. Ci sono arrivate svariate richieste, troppe da elencare.”

Leggi anche: Guanti monouso, OMS: “Possono aumentare il rischio d’infezione da COVID-19”

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato