In Italia sono raddoppiati gli alunni con disabilità

Nel corso degli ultimi 20 anni, gli alunni con disabilità iscritti alle scuole italiane sono aumentati. A dirlo è un report pubblicato dal MIUR, dal titolo I principali dati relativi agli alunni con disabilità. Le statistiche diffuse dalla rivelazione non parlano solo di un cospicuo aumento, ma di un vero e proprio raddoppiamento degli studenti disabili.

alunni con disabilità-ability channel-integrazione scolastica degli alunni con disabilità-alunni con disabilità in aumento-obbligo scolastico alunni disabili

Alunni con disabilità, quali sono le percentuali

Nell’anno scolastico 1997/1998, gli alunni con disabilità erano l’1,4%. In quello del 2016/2017, il valore si attestava al 2,9%. E poi, nell’annata successiva (2017/2018), la percentuale è aumentata ancora, toccando quota 3,1%. I dati – raccolti dalle scuole statali, paritarie e non paritarie – mostrano un aumento vertiginoso del numero di alunni con disabilità. Prendendo in riferimento i numeri esatti della ricerca, notiamo che nel 1997/1998 i bambini e i ragazzi con disabilità nelle scuole erano 123.862, mentre nel periodo 2017/2018 erano 268.246: più di 14 mila persone in più in 20 anni. Sono gli istituti superiori ad aver registrato l’impennata più ampia: dal 1997 al 2017, infatti, gli alunni con disabilità sono passati dallo 0,6% al 2,6%. Raddoppiati, appunto. Nel dettaglio, il MIUR spiega che, tra le 427.728 classi attivate in tutte il territorio nazionale, 192.606 hanno avuto almeno un alunno con disabilità (45% del totale).

Quali sono le disabilità presenti nelle scuole?

Quando parliamo della disabilità, dobbiamo tenere in considerazione le varie tipologie esistenti. Il report del MIUR, di fatto, ci tiene a sottolineare quali sono le disabilità presenti nel sistema scolastico italiano, e in quale percentuale. Con il 96,4% spicca la disabilità psicofisica, suddivisa in intellettiva (68,4%), motoria (3,2%) e altro (24,8%). Il restante 3,7%, invece, comprende disabilità visiva (1,4%) e uditiva (2,3%).

Il conto degli insegnanti di sostegno

Il binomio scuola-disabilità chiama inevitabilmente in causa il ruolo degli insegnanti di sostegno. Figura che, molto spesso, è al centro di numerose denunce sociali, soprattutto in merito al numero esiguo di professionisti assunti in tutta Italia. Secondo il report del MIUR, nell’anno scolastico 2017/2018, il numero di docenti per il sostegno è pari a 155.977 unità: di questi, ci sono 89.384 lavoratori hanno un contratto a tempo indeterminato, mentre i restanti 66.593 sono determinati.