Governo Meloni: nomi dei viceministri e dei sottosegretari

Redazione:

Con la nomina dei viceministri e dei sottosegretari si completa la squadra del Governo Meloni. Saranno 31 i sottosegretari e 8 invece i viceministri, in totale 39 nomine per completare il nuovo Esecutivo. L’appartenenza ai partiti è pressoché scontata, visti i risultati delle Elezioni Politiche 2022: 17 poltrone sono di Fratelli d’Italia, 11 della Lega, 11 a Forza Italia e 2 a Noi Moderati.

Chi sono i viceministri nominati dal Governo Meloni?

Il viceministro è un componente del governo subordinato al ministro stesso, e può assumere la carica ad interim nel caso in cui il secondo non sia presente. In Italia la funzione del viceministro viene assunta da un sottosegretario, a cui viene assegnata una delega specifica per operare.

Non si tratta di una figura prevista dalla Costituzione Italiana, ma è disciplinata dalla legge 81/2001, la quale specifica che il titolo di viceministro può essere concesso a un massimo di 10 sottosegretari. Se invitato, un viceministro può presiedere al Consiglio dei Ministri, ma solo per riferire questioni sulla sua materia di competenza (dunque non può votare). Di seguito l’elenco dei viceministri del Governo Meloni:

  • Affari esteri e cooperazione internazionale:
    • Edmondo Cirielli (FdI)
  • Giustizia:
    • Francesco Paolo Sisto (FI)
  • Economia e finanze:
    • Maurizio Leo (FdI)
  • Imprese e made in Italy:
    • Valentino Valentini (FI)
  • Ambiente e sicurezza energetica:
    • Vannia Gava (Lega)
  • Infrastrutture e mobilità sostenibili:
    • Galeazzo Bignami (FdI)
    • Edoardo Rixi (Lega)
  • Lavoro e politiche sociali:
    • Maria Teresa Bellucci (FdI)

Leggi anche: Governo Meloni, le proposte del Centrodestra per le persone con disabilità

ministri con senza portafoglio
La sala del Consiglio dei Ministri (Fonte foto: Wikipedia)

Chi sono i sottosegretari di Stato nominati dal Governo Meloni?

Come detto precedentemente, il sottosegretario può assumere anche la carica di viceministro, ma è un’entita che ha una sua funzione specifica, cioè aiutare il ministro ad esercitare e assolvere i propri compiti. Inoltre può intervenire alle sedute della Camera e del Senato, oltre che a quelle delle Commissioni parlamentari. Si tratta di una figura antica, addirittura fu istituita durante il Regno d’Italia con la legge n. 5195 del febbraio 1888 (nota come “riforma crispina”). Non è invece disciplinata all’interno della Costituzione, ma attualmente risponde alla legge n. 400/1988.

Uno sottosegretario di Stato viene nominato con un decreto del Presidente della Repubblica, previa proposta del Presidente del Consiglio dei ministri, in accordo con gli altri ministri. Con la legge n. 244/2007 invece fu introdotto un limite da rispettare: il numero dei componenti del Governo non può superare le 65 unità. Di seguito, i sottosegretari di Stato del Governo Meloni:

  • ESTERI: Giorgio Silli (Noi Moderati); Maria Tripodi (FI).
  • INTERNI: Emanuele Prisco (Fdi); Wanda Ferro (Fdi); Nicola Molteni (Lega).
  • GIUSTIZIA: Andrea Delmastro Delle Vedove (Fdi); Andrea Ostellari (Lega).
  • DIFESA: Isabella Rauti (Fdi); Matteo Perego (FI).
  • ECONOMIA: Lucia Albano(Fdi); Federico Freni (Lega); Sandra Savino (FI).
  • MISE: Fausta Bergamotto (Fdi); Massimo Bitonci (Lega).
  • AMBIENTE: Claudio Barbaro (Fdi).
  • AGRICOLTURA: Patrizio La Pietra (Fdi); Luigi D’Eramo (Lega).
  • INFRASTRUTTURE E TRASPORTI: Tullio Ferrante (FI).
  • LAVORO: Claudio Durigon (Lega).
  • ISTRUZIONE: Paola Frassinetti (Fdi).
  • UNIVERSITÀ E RICERCA: Augusta Montaruli (Fdi).
  • CULTURA: Gianmarco Mazzi (Fdi); Lucia Borgonzoni (Lega); Vittorio Sgarbi (Noi Moderati).
  • SALUTE: Marcello Gemmato (Fdi).
  • RAPPORTI CON IL PARLAMENTO: Giuseppina Castiello (Lega); Matilde Siracusano (FI).
  • SOTTOSEGRETARI ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO: Alessio Butti (Innovazione, Fdi); Giovanbattista Fazzolari (Attuazione del programma, Fdi); Alberto Barachini (Editoria, FI); Alessandro Morelli (Cipe, Lega).

Leggi anche: Chi è Alessandra Locatelli, la ministra della Disabilità del Governo Meloni

Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.