Franco Battiato ha l’Alzheimer: storia di una bufala online

Nella seconda metà del 2018 circolò in Rete la notizia secondo cui fosse stato diagnosticato il morbo di Alzheimer a Franco Battiato. Tuttavia, dopo un’iniziale silenzio della famiglia e delle persone vicine al cantautore, furono rese note diverse smentite. Ricostruiamo ciò che è accaduto.

Franco Battiato e l’Alzheimer: tutto partì da un post di Roberto Ferri

Alla fine di luglio 2018 Roberto Ferri aveva pubblicato un post in cui faceva intendere che il suo ex collega, Franco Battiato appunto, avesse questa particolare forma di demenza senile:

“Omaggio all’amico che fu e che non mi riconosce più. […] Ci hai fatto ballare e pensare ed anche ridere e giocare condannando i malvagi ed il male e questa Povera Patria che non vuol morire. Ti sei preso Cura di noi e noi te lo dobbiamo ed è per questo che un messaggio ti mandiamo. Ripetendoti la frase che ci insegnasti ahimè… rimani tranquillo caro che noi avremo Cura di te”.

Attualmente, il post sopracitato non è più presente su Facebook, in quanto è stato rimosso dopo le numerose proteste dei familiari, ma è ricavabile dai numerosi articoli scritti due anni fa.

Franco Battiato non ha l’Alzheimer: la conferma della famiglia

Nei giorni successivi, diverse voci negarono qualsiasi correlazione tra Franco Battiato e l’Alzheimer. Ad esempio, il 3 agosto 2018 Carla Bassi, amica e collega di Franco Battiato, smentì totalmente il fatto attraverso un post su Facebook:

“Il caso ha voluto che apprendessi di quanto è stato recentemente pubblicato in rete su Battiato proprio poco dopo una piacevole e divertita telefonata con Franco stesso. Così ora ho scoperto che c’è qualcuno che si improvvisa ‘neurologo’ e persino ‘amico’, pur non essendolo affatto.

Quanto alle testate che hanno ripreso e amplificato tale elegia, forse non hanno avuto il tempo, i mezzi o la voglia di fare prima una piccola verifica. E, in ogni caso, non sarebbe male, dato che la parola ‘privacy’ si è ormai svuotata di qualsiasi valore reale, provare a riesumare il caro vecchio buon senso al fine di lasciare nel riserbo di cui ha bisogno chi sceglie di dedicarsi alla guarigione delle conseguenze di così tanti e sfortunati incidenti”.

“ Il caso ha voluto che apprendessi di quanto è stato recentemente pubblicato in rete su Battiato proprio poco dopo una…

Pubblicato da Alice (Carla Bissi) su Giovedì 2 agosto 2018

Inoltre, il 18 agosto 2020 la famiglia intervenne in un’intervista esclusiva al Corriere della Sera: “Come si fa a scrivere una cosa del genere se una diagnosi simile non è mai stata fatta da nessuno? Come si fa a dire che Franco non c’è più se questi signori che scrivono e commentano in questa casa non sono mai venuti? Non hanno mai parlato con noi, ma come famiglia abbiamo deciso di non smentire, di lasciar correre perché la finiranno, stancandosi. Una diagnosi di Alzheimer o di demenza senile comunque non è mai stata fatta”.

Insomma, Franco Battiato non ha la malattia di Alzheimer. Tuttavia si scoprì che il cantautore fu vittima di un incidente domestico: una frattura del femore e del bacino, che gli costarono la cancellazione del tour previsto in quei mesi. Dopo un breve periodo di silenzio, nel novembre dello stesso anno un amico di Battiato, Luca Madonia, pubblicò una foto che lo ritraeva a tavola con il Maestro.

A pranzo dal mio amico Franco

Pubblicato da Luca Madonia su Mercoledì 7 novembre 2018
Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato