Demenza senile – sintomi, diagnosi e cure

Tempo di lettura: 10 min.

Il termine demenza senile ingloba l’insieme di malattie neurodegenerative dell’encefalo. Si tratta di un concetto generico atto a indicare il declino delle facoltà mentali e cognitive tali da interferire gravemente con la qualità di vita di una persona.

Perciò si riferisce a una vasta gamma di malattie che compromettono seriamente la quotidianità di un individuo. La demenza senile non va confusa con il deterioramento cognitivo dell’età avanzata. Quest’ultimo, infatti, denota un processo involutivo a cui va incontro il cervello di una persona anziana.

Le più note demenze senili

Come afferma il nome stesso, la demenza senile colpisce le persone in età avanzata, riducendone le facoltà cognitive. Tra l’insieme delle malattie neurodegenerative dell’encefalo, tre sono ampiamente conosciute:

Alcune forme di demenza sono progressive, cioè i sintomi peggiorano gradualmente.

Le cause della demenza senile

Il cervello umano è contraddistinto da regioni distinte tra loro, ciascuna delle quali risponde a una funzione ben precisa. Nel momento in cui una regione viene danneggiata, la funzione correlata non agisce in maniera idonea. Quindi possiamo affermare che la demenza senile è causata da danni subiti dalle regioni del cervello, in particolar modo dalle cellule cerebrali.

I sintomi

Vi è un’ampia varietà di sintomi che aiutano a riconoscere la presenza della demenza senile in un individuo:

  • Compromissione della memoria a breve termine – La persona non ricorda dove ripone oggetti di uso quotidiano, ha difficoltà a preparare o pianificare appuntamenti, dimentica zone lontane da casa. A uno stadio avanzato, è incapace di riconoscere le persone care. Inoltre, può compromettere la funzionalità della deglutizione che, in alcuni casi, porta alla morte;
  • Problemi di comunicazione e linguaggio;
  • Difficoltà a concentrarsi e a prestare attenzione;
  • Perdita di raziocinio;
  • Disturbi di personalità.

Diagnosi

demenza senile-ability channel-demenza senile sintomi-demenza senile cure-demenza-sintomi alzheimer-alzheimer sintomi-malattia di alzheimer

Una delle problematiche relative alla demenza senile è che non esiste una diagnosi effettiva. Al momento, l’attività medica può solamente definire se vi siano sintomi che possano individuare la demenza. Nonostante ciò, vi sono delle procedure che vengono seguite per accertare l’esistenza o meno della demenza:

  • oltre all’analisi dei sintomi, viene studiata la storia clinica del paziente;
  • esame neurologico, esame cognitivo e neuropsicologico;
  • risonanza magnetico nucleare (RMN);
  • tomografia assiale computerizzata (TAC).

Cura

La cura della demenza senile dipende dalla causa specifica. Esistono delle terapie farmacologiche che migliorano temporaneamente i sintomi, e vengono utilizzate soprattutto in casi di progressione grave della malattie. Trattamenti non farmacologici, invece, alleviano solo alcuni dei sintomi presentati finora.

Timeless, un app in grado di tenere testa alla malattia

Un’applicazione per smartphone che argina l’Alzheimer. Si chiama Timeless, un progetto che arriva direttamente da Hong Kong e ideata da una quattordicenne di nome Emma Yang. Spieghiamo come funziona nel nostro articolo.

Avatar
Redazione - Ability Channel
Dal 2011 la redazione di Ability Channel tiene informati i suoi lettori su tutto ciò che riguarda il mondo della disabilità: partendo dalle patologie, passando per le attività di enti ed associazioni, fino ad arrivare a raccontarne la spettacolarità sportiva paralimpica. Ability Channel è l'approccio positivo alla disabilità, una risorsa fondamentale della nostra società.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.