Il criticato film “Music” di Sia con un personaggio autistico

Music” è il titolo del film drammatico e musicale della cantante Sia, al debutto nel ruolo di regista e sceneggiatrice cinematografica. L’opera mette al centro le vicende di una ragazza con autismo non verbale, uno dei diversi segni della condizione, che però ha acceso numerose polemiche.

La trama del film “Music”

Il film “Music” racconta la storia di Kazu (interpretata da Kate Hudson), una donna con seri problemi di dipendenza che, a seguito della scomparsa della nonna, diventa tutrice legale della sorellastra Music (interpretata dalla 18enne Maddie Ziegler, protagonista di numerosi videoclip dell’artista australiana), persona con autismo che sa parlare ma decide di non farlo. Presto nelle loro vite farà capolino il vicino Ebo, che sarà molto importante per la crescita di Kazu e non solo.

Quali sono le critiche al film “Music” di Sia

Attualmente la pellicola di Sia ha ottenuto 2 nomination ai prossimi Golden Globe, ma nonostante questo primo riconoscimento il film “Music” è stato aspramente criticato sotto vari punti di vista.

Dopo l’uscita in Australia nel 9 gennaio 2021, sono nate svariate controversie attorno l’opera. In primis, è stata criticata la scelta di far interpretare un personaggio autistico a una persona senza tale patologia. Si tratta di un discorso abbastanza dibattuto negli ultimi anni. Da una parte, c’è chi pensa che certi characters debbano essere assegnati solo a professionisti dello spettacolo che presentano le patologie descritte; dall’altra, invece, viene difesa la ‘purezza’ del lavoro attoriale, che si basa sull’indossare i panni di qualcuno che non si è.

Oltretutto nelle scorse settimane Sia ha rivelato di aver portato avanti anche un casting in cerca di un’attrice professionista con autismo prima di scegliere Ziegler, ma ha cambiato idea in quanto la prima ragazza opzionata risultava “fastidioso e stressante” (Deadline).

Bisogna comunque sottolineare che i giudizi sfavorevoli nei confronti dell’opera cinematografica hanno una storia ben più radicata, in quanto sono emerse nel giorno del lancio del trailer. Ciò ha portato Sia ad avere diversi scontri molto accesi su Twitter, con reazioni scomposte sia da parte di chi la criticava sia da parte della stessa star, che ha invitato più volte le persone a valutare la pellicola solo dopo averla vista. Nonostante ciò, l’American Association of People with Disabilities (AAPD) ha sconsigliato la visione del film “Music”.

La seconda grande critica mossa alla produzione riguarda la scelta di focalizzare il carattere non verbale dell’autismo. Sebbene sia un segno tutt’ora esistente, secondo i contestatori tale scelta artistica rischia di condividere un’immagine falsata della condizione. Ad accendere la miccia è stato Clem Bastow, una persona autistica che con un articolo sul The Guardian ha giudicato l’opera piena “di stereotipi umilianti”, con il rischio di creare “gravi danni alle conquiste fatte nel parlare di autismo”.

Leggi anche: Twitter, Sia: “Ho la sindrome di Ehlers-Danlos e un disturbo neurologico”

ziegler nel film music di sia
Maddie Ziegler è Music nell’omonimo film di Sia

Il film “Music” sarà modificato: ecco come

Dopo le nomination ai Golden Globe, i rimproveri alla pellicola sono ferocemente riemersi, tanto che la cantante australiana ha disattivato il proprio account Twitter. Prima di ciò, però, ha cinguettato un “Mi dispiace” accompagnato da un messaggio di scuse: “Ho ascoltato le persone sbagliate e la responsabilità è mia, evidentemente le mie ricerche non sono state abbastanza ampie e profonde”.

twitter sia film music

Inoltre Sia ha annunciato che l’opera cinematografica subirà dei cambiamenti. All’inizio della pellicola ci sarà il seguente messaggio: “Il film Music non giustifica in alcun modo o raccomanda l’uso della moderazione sulle persone autistiche. Ci sono terapisti occupazionali autistici specializzati nell’elaborazione sensoriale che possono essere consultati per spiegare modi sicuri per fornire feedback propriocettivi e di pressione profonda per aiutare con la sicurezza del crollo [sensoriale, ndr]”. Infine la cantante ha spiegato che rimuoverà tutte le scene in cui viene mostrato un ‘contenimento fisico’ del personaggio con autismo.

messaggi sia su film music
tweet sia su film music

Curiosità sul film “Music”

La pellicola inizialmente aveva un budget di 4 milioni di dollari, salito poi a 16 dopo che è divenuto un musical. Tutte le canzoni presenti nell’opera sono state scritte da Sia, mentre le coreografie sono di Ryan Heffington. In Italia l’opera dovrebbe arrivare alla fine di febbraio.

Leggi anche: Il film “Quasi Amici”: dalla trama alla storia vera

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato