Epilessia, Ospedale Bambino Gesù e prevenzione nelle scuole

Tempo di lettura: 10 min.
L’epilessia è una malattia neurologica dovuta sia a una predisposizione genetica sia a lesioni cerebrali. Prevalentemente colpisce i bambini e si manifesta nei primi anni di vita, nel 70% dei casi entro i 12 anni. Le conseguenze dell’epilessia nei bambini sono un disturbo dello sviluppo psicomotorio e ricadute sul piano sociale. Per questo motivo, oggi, 10 febbraio 2020, in occasione della Giornata Mondiale dell’Epilessia, i medici dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma terranno corsi educativi a oltre 2000 insegnati, operatori scolastici e studenti formati.

Tutto ciò rientra nel progetto “La scuola non ha paura delle crisi“. L’iniziativa formativa dell’Ospedale Bambino Gesù, giunta alla V edizione, rientra nell’ambito di un coordinamento nazionale della Lega Italiana Contro l’Epilessia (LICE). Obiettivo? Migliorare la gestione delle crisi epilettiche, dell’epilessia infantile e dell’attacco epilettico nelle mura scolastiche. Appuntamento lunedì 10 febbraio all’Auditorium “Valerio Nobili” del Bambino Gesù (viale F. Baldelli, 38).

Epilessia, Ospedale Bambino Gesù e prevenzione nelle scuole ability channel

Giornata Mondiale Epilessia, i dettagli dell’iniziativa

A seguito dell’iniziativa, finora sono 17 i casi accertati di epilessia a scuola, gesiste nelle classi ricorrendo alle corrette manovre di assistenza. Perciò, anche quest’anno l’incontro tra studenti, insegnanti e medici dell’Ospedale Bambino Gesù risulta ancor più rilevante.

In particolare, come fa sapere la struttura ospedaliera, “i due appuntamenti in programma – alle 10:30 e alle 15:00 – verranno seguiti da circa 300 persone. Personale specializzato dell’Ospedale Pediatrico insegnerà ai partecipanti a gestire gli attacchi epilettici in classe con l’ausilio di video tutorial, esempi pratici, strumenti tecnici e teoria, con particolare attenzione alla corretta e tempestiva modalità di somministrazione dei farmaci durante una crisi”.

Epilessia a scuola, alcuni dati

Secondo alcune statistiche diffuse dall’Ospedale Bambino Gesù, circa il 30% delle crisi epilettiche si manifesta in aula. Inoltre, il 40% delle chiamate al 112 partono da casi di epilessia a scuola. In aggiunta, secondo un monitoraggio avvenuto nelle precedenti edizioni, il 46% degli insegnanti ha dichiarato di avere uno studente con tale condizione. Invece, il 37% degli istituti ha dichiarato di aver avuto a che fare con almeno un episodio di crisi epilettica.

Queste persone “ancora oggi sono vittime di pregiudizi e limitazioni in vari ambiti della loro esistenza. È per questo motivo che emarginazione e discriminazione vanno combattute con ogni iniziativa di informazione, formazione e sensibilizzazione possibile”, spiega in una nota Federico Vigevano, direttore del dipartimento di Neuroscienze e Neuroriabilitazione del Bambino Gesù. “Educare la scuola alla gestione dei bambini e dei ragazzi affetti da epilessia ne favorisce l’inclusione, l’inserimento in classe, migliora la loro qualità di vita”.

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.