Emanuel Cosmin Stoica: biografia e storia del tiktoker con disabilità

Redazione:

Emanuel Cosmin Stoica è un giovane tiktoker con disabilità che utilizza i propri social per parlare di disabilità attraverso una comunicazione satirica e provocatoria, che in alcuni casi ha creato dibattiti e polemiche. Di lui ne abbiamo parlato tempo fa in merito a una questione relative alla cittadinanza italiana per le persone con disabilità. Oggi conosceremo più da vicino la sua storia.

Chi è Emanuel Cosmin Stoica?

Emanuel Cosmin Stoica è nato a Fălticeni (Romania) il 26 luglio 1999, ma nel 2003 si è trasferito in Italia con la madre, precisamente a Torino, dove vive con la sua assistente domiciliare. A 8 mesi dalla nascita gli viene diagnosticata la SMA di tipo 1 (atrofia muscolare spinale), ma a seguito viene identificata di tipo 2 (cronico).

Diplomato all’Istituto Tecnico Commerciale “G. Sommeiller” in Amministrazione, finanza e marketing, attualmente è al quinto anno di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Torino, dov’è stato anche rappresentante degli studenti, mostrando la sua propensione per l’attivismo.

Ma la sua attenzione per la società appare già alla tenera età di 8 anni, quando Emanuel viene fotografato insieme all’allora sindaco di Torino Sergio Chiamparino, a cui ha mostrato le barriere architettoniche presenti attorno la scuola elementare.

emanuel cosmin stoica
Emanuel Cosmin Stoica con l’allora sindaco di Torino Sergio Chiamparino (Foto concessa da Stoica)

Una propensione, quella all’attivismo, che non si è mai fermata: nel 2017 ha assunto il ruolo di consulente politico per un consigliere comunale della Città di Torino per le politiche di inclusione sociale delle persone con disabilità e spin doctor; dal 2018 collabora con la Consulta per le Persone in Difficoltà su accessibilità e fruibilità. È esperto di riferimento per il gruppo dei moderati all’interno della Quarta commissione consiliare permanente (Sanità e Servizi sociali) del Comune di Torino.

Nel 2020 ha fondato Educivica – L’educazione civica ai tempi dei social APS, di cui attualmente è Presidente e, dal 2021, è Consigliere eletto nel Consiglio Direttivo della Consulta per le Persone in Difficoltà. Nel 2022 invece viene eletto Presidente dell’Associazione Diritti Negati.

Nel corso degli ultimi anni, Stoica ha ottenuto un incredibile seguito sui social media, dove interpreta un personaggio satirico e scorretto noto come “King della 104“, pubblicando video in cui parla della sua stessa disabilità e non solo. A oggi il giovane conta più di 204mila follower su Tik Tok e oltre 61mila follower su Instagram.

Leggi anche: Ti sei mai messo nei panni di una persona con disabilità?

L’intervista a Muschio Selvaggio, le polemiche e la replica di Emanuel Cosmin Stoica

Come dicevamo poc’anzi, oltre al suo attivismo socio-politico, Emanuel Cosmin Stoica è noto per i video che pubblica sui social media, che hanno attirato l’attenzione di un pubblico sempre più vasto. Un modo di comunicare che da una parte lo ha portato a ottenere un numero incredibile di follower, dall’altra lo ha messo al centro di critiche e dibattiti, anche a seguito di un’intervista rilasciata a Muschio Selvaggio.

A seguito dell’intervento negli studi di Fedez e Luis Sal, varie personalità e associazioni, anche molto vicine alle tematiche riguardanti la disabilità, hanno fortemente criticato il modo di comunicare di Stoica, definendolo anche abilista.

Così abbiamo contattato il diretto interessato per avere una sua replica alla vicenda. Nella risposta pervenuta tramite mail dal suo entourage, ci è stato inviato un comunicato stampa diffuso agli operatori della stampa in cui Stoica risponde passo dopo passo alle critiche a lui pervenute. Noi di Ability Channel abbiamo deciso di pubblicarla integralmente:

Emanuel è una persona con disabilità, da sempre attivista per i diritti delle persone con disabilità. Come specificato in occasione della giornata internazionale delle persone con disabilità, Emanuel è un disabile ‘privilegiato’ perché è riuscito negli anni a ottenere tutto ciò di cui ha bisogno per essere incluso all’interno del sistema sociale. Il suo impegno da attivista è proprio quello di permettere a tutte le persone con disabilità di avere accesso in egual misura ai servizi già esistenti.

Nella puntata 104 di Muschio Selvaggio è bene precisare che Emanuel era stato invitato in qualità di personaggio. Il King della 104 è un personaggio creato da Emanuel Cosmin Stoica con lo scopo di sensibilizzare il pubblico attraverso un attivismo fatto di satira provocatoria e autoironia cruda. Sempre in tale puntata, Emanuel ha parlato di sé stesso e non in rappresentanza della community di persone con disabilità. Questo perché una persona con disabilità non è tenuta a rappresentare in qualsiasi occasione tutte le altre persone con disabilità.

Entrando nel merito delle presunte frasi sessiste bisogna sottolineare che la frase “almeno non dice stai ferma” rientra nelle cosiddette frasi del “dirty talking“, ossia parlare sporco. Facendo riferimento alla fattualità della situazione, perché una persona con disabilità simile a quella di Emanuel non si muove a letto. Indipendentemente che la persona sia una donna o un uomo.

Per quanto riguarda la questione sussidi, Emanuel ha parlato in prima persona specificando di essere privilegiato rispetto ad altre persone con disabilità, ma anche ad altre persone normodotate. Attualmente Emanuel è uno studente di Giurisprudenza e grazie ai sussidi riesce, all’età di 23 anni, a vivere da solo percependo: pensione di invalidità, maggiorazione, indennità di accompagnamento e assegno di cura per l’assistenza domiciliare.

Le frasi sono state decontestualizzate, infatti Emanuel precisava che le attuali politiche non aiutano la persona ad essere inclusa soprattutto in ambito lavorativo perché una persona con disabilità che percepisce reddito da lavoro, sostiene molti più costi a causa della sua disabilità.

Infine, Emanuel si discosta da tutte le persone e associazioni di categoria che continuano da anni a portare avanti una narrazione abilista nei confronti della disabilità e delle persone con disabilità. Si sottolinea, infatti, come la diversità debba essere un valore e che le persone con disabilità devono essere uniche al di là delle condizioni fisiche comuni. Una persona con disabilità non è tenuta per forza di cose a parlare di disabilità o a lamentarsi e piangersi addosso“.

Lo stesso Emanuel Cosmin Stoica si è reso disponibile a un’intervista nella quale si parlerà di questo argomento. Presto pubblicheremo un video della chiacchierata.

Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato