Sbloccato il Fondo Nazionale per il caregiver familiare: i numeri

Ci siamo: finalmente, il primo Fondo Nazionale per il caregiver familiare, figura che si occupa dei propri cari non autosufficienti, invalidi o con gravi patologie, è stato sbloccato. Rispetto ai 60 milioni di euro previsti per il triennio 2018-2020, le cifre hanno subito un leggero incremento: ben 68.314.662 euro, ripartiti in 20 milioni per il 2018, poco meno di 24,5 milioni per il 2019 e circa 23,8 milioni per il 2020.

Fondo Nazionale careviger familiare, attesa finita: ecco le cifre

Sentiamo parlare per la prima volta di Fondo Nazionale per il caregiver familiare (noto come “Fondo per il sostegno e il ruolo di cura e di assistenza del caregiver familiare”) nel lontano 2017, con la Legge di Bilancio 2018 (articolo 1, comma 254, della legge n. 205/2017) che accolse un emendamento proposto dalla senatrice Laura Bignami, il quale parlava proprio dell’istituzione di un Fondo ad hoc.

Il 16 ottobre 2020, poi, la svolta: la Conferenza Unificata tra regioni, UPI e ANCI ha dato il via libera a questo Fondo – finora rimasto inutilizzato. In particolare, come spiega Vita, le risorse saranno destinate prima alla Regioni, poi ripartite ai comuni e agli ambiti territoriali che necessitano di interventi. Sarà data priorità a:

  • caregiver familiari di persone con disabilità gravissima;
  • carigever delle persone che non hanno avuto accesso alle strutture residenziali per colpa dell’emergenza Covid;
  • istituzione di programmi per la deistituzionalizzazione e il ricongiungimento del caregiver con la persona assistita.

Leggi anche: La Sindrome da Burnout è stata riconosciuta dall’OMS

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato