Assegno unico familiare, sì dal Senato: riguarda anche la disabilità?

Oggi, 31 marzo 2021, l’assegno unico familiare (o assegno universale) per i figli è diventato legge, con 227 sì, nessun no e 4 astenuti al Senato. La riforma, già annunciata nella scorsa Legge di Bilancio, diventa formalmente l’unico strumento per sostenere la natalità e le famiglie. Adesso sono attesi solamente i decreti attuativi, ma l’assegno di 250 euro al mese partirà già dal prossimo primo luglio.

Assegno unico familiare per famiglie con figli disabili: come funziona

In linea generale, l’assegno unico familiare sarà distribuito alle famiglie proporzionalmente al reddito. Il limite, appunto, è di 250 euro, sebbene molto dipenderà dall’Isee del nucleo familiare. Tuttavia il discorso cambia leggermente per le famiglie con a carico figli disabili.

Oltre ai 250 euro, infatti, è prevista anche una maggiorazione graduata dal secondo figlio in poi in base al livello e alla gravità della disabilità, per un aumento economico tra il 30% e il 50% in caso di figli disabili. L’importo di 250 euro resterà comunque valido anche con il superamento del 21esimo anno d’età, sempre se sarà a carico della famiglia richiedente. Il beneficio potrà essere ricevuto tramite denaro o credito d’imposta.

Leggi anche: Assegno Unico figli a carico nel 2021: cosa c’è da sapere

assegno familiare unico

Assegno unico familiare, Bonetti: “Un passo storico”

Secondo la ministra della Famiglia, Elena Bonetti, siamo di fronte a “un passo storico” molto importante, che ha “rimesso al centro le giovani generazioni” e che si completerà con il Family Act.

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato