Amnesia globale transitoria: cos’è, sintomi, cause e cura

Redazione:

L’amnesia globale transitoria, nota anche come perdita di memoria temporanea o transient global amnesia, è un disturbo neurologico caratterizzato appunto dalla perdita o diminuzione della capacità di conservare nuove memorie, cioè di immagazzinare informazioni, fatte o esperienze mai avute.

Dunque questa condizione (il cui acronimo è TGA 0 AGT) è caratterizzata da un’amnesia anterograda, cioè dall’incapacità del paziente di raccogliere nuovi ricordi a seguito dell’insorgenza della malattia. Può anche capitare che la persona non riesca a rammentare episodi accaduti precedentemente l’insorgenza della patologia: in questo caso si parla di amnesia retrogada.

L’unica componente a restare completamente intatta è la memoria biografica, poiché il paziente ricorda chi è e le proprie relazioni, ma mostrerà comunque delle lacune improvvise: per una durata di circa una media di 4-6 ore (ma non superiore alle 24 ore), la persona con amnesia globale transitoria può mostrare confusione e disorientamento, dimenticando perché si trova in un certo luogo e ripetendo ciclicamente le stesse domande. Una volta terminato l’episodio, le funzioni neurologiche tornano alla normalità. Insomma, chi è colpito da AGT vive in una condizione di eterno presente, e solitamente si manifesta in persone tra i 50 e i 70 anni d’età – raramente sotto i 40 anni.

Leggi anche: “Timeless” è l’app che combatte contro il morbo di Alzheimer

sintomi cause amnesia globale transitoria
By AtlasComposer da Envato Elements

Quali sono i sintomi dell’amnesia globale transitoria?

Come detto precedentemente, i pazienti con amnesia globale transitoria perdono la capacità di immagazzinare nuovi ricordi a seguito della manifestazione della patologia. Si tratta del sintomo più evidente del disturbo neurologico, ma non l’unico. Di fatto possiamo riconoscere:

  • ansia, confusione e disorientamento;
  • confusione su luogo e tempo;
  • ripetizione ricorrente e incessante della stessa domanda o frase (“che ora è”, “dove stiamo andando”, “cosa sta succedendo”);
  • nella fase acuta, alterazione dello stato emotivo, cefalea, nausea e vertigini.

Le cause dell’amnesia globale transitoria

A oggi ancora non è nota la causa principale che scateni la malattia. Alcune ipotesi hanno evidenziato che esisterebbe una correlazione tra pazienti con emicrania e amnesia globale transitoria, ma si tratta di un’associazione non ancora dimostrata. Al momento sappiamo che questa malattia può essere innescata da:

  • Manovra di Valsalva (aumento della pressione all’interno del cranio);
  • sforzo fisico;
  • stress psicologico ed emotivo;
  • interventi sanitari;
  • consumo eccessivo alcool;
  • assunzione di determinati farmaci;
  • rapporto sessuale.

Diagnosticare l’amnesia globale transitoria

La diagnosi di questo disturbo neurologico avviene attraverso l’analisi dei sintomi, e quindi si basa su visita medica. Inoltre possono essere eseguite le analisi del sangue, le analisi delle urine e gli esami di diagnostica per immagini, allo scopo di identificare la presenza di altre cause deputate alla manifestazione della patologia.

Esiste una terapia contro l’amnesia globale transitoria?

Non esiste una cura definitiva per questa patologia. A oggi i trattamenti previsti sono specifici sulle cause individuate.

Leggi anche: Differenza tra Alzheimer e demenza senile

Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.