Vaccino Covid, ASAMSI: “Sia a chi ha la SMA sia ai caregiver”

L’emergenza sanitaria ha portato ad un clima di incertezza nella popolazione generale, ma nei pazienti affetti da atrofia muscolare spinale ancora di più. Questa patologia neuro muscolare infatti causa una ipotonia generalizzata che si riflette anche sulla muscolatura respiratoria che è pertanto deficitaria.

In questi termini infatti, si riesce a comprendere come anche infezioni respiratorie di lieve entità, possano nei pazienti SMA causare gravi problematiche. ASAMSI su questo tema si sta muovendo interpellando le regioni per sollecitare con tempi rapidi la vaccinazione non solo dei pazienti con gravi patologie come l’atrofia muscolare spinale ma anche dei loro caregiver.

Non è sufficiente infatti la vaccinazione esclusiva dei malati, poiché essendo patologie altamente invalidanti è necessaria una assistenza continuativa per potere svolgere tutte le attività. Quello che ribadiamo con forza è quindi che vengano considerati i malati ma anche i loro familiari e/o assistenti.

Leggi anche: Dobbiamo preoccuparci delle reazioni allergiche al vaccino Covid?

vaccino covid
Valentina Baldini
Valentina Baldini
Laureata in Medicina e Chirurgia, con particolare interesse per l'ambito delle neuro scienze. Presidente di ASAMSI (Associazione per lo studio delle atrofie muscolari spinali infantili)

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato