Trasporto disabili a Roma: Atac è stata condannata per condotta discriminatoria, ed è la quinta volta

Nuove grane sul fronte del trasporto per disabili a Roma per Atac. L’azienda di trasporto pubblico della Capitale, infatti, è stata condannata per condotta discriminatoria dopo che una persona disabile era rimasta bloccata nel 2019 in due stazioni della linea Metro B.

Leggi anche: Roma, trasporto disabili: parola all’azienda Atac | Intervista

Trasporto disabili Roma: vicenda e sentenza

Il servizio del trasporto di Roma mostra ancora qualche crepa. Come racconta l’Associazione Luca Coscioni, il cui avvocato Alessandro Gerardi ha seguito il caso, la situazione sta diventando insostenibile per le persone disabili.

In particolare, l’ordinanza del 29 aprile 2020 (resa pubblica lo scorso 26 maggio), emessa dalla 18esima sezione civile del Tribunale di Roma, “ha condannato Atac s.p.a. per condotta discriminatoria nei confronti delle persone disabili a causa del mancato funzionamento degli ascensori presso le stazioni della metropolitana Eur Palasport e Eur Magliana“.

Il contenzioso è iniziato a causa della disavventura patita da Dario D., persona con disabilità motoria, “il quale è rimasto intrappolato per ben due volte (7 e 19 settembre 2019) e per più di un’ora sotto la metropolitana a causa del mancato funzionamento degli impianti di traslazione (ascensori)”. È la quinta condanna per Atac, in ordine di tempo e su impulso dell’associazione, in merito al rispetto e alla tutela dell’utenza con disabilità.

Leggi anche: Trasporto disabili, gli autobus sono inaccessibili: Sabaudia condannata per condotta discriminatoria

Trasporto disabili Roma: Atac dovrà risarcire la persona disabile

Adesso, l’azienda di trasporto pubblico della Capitale dovrà risarcire il danno alla persona con disabilità (mille euro) e ripristinare la funzionalità degli ascensori nelle fermate sopracitate. Inoltre, dovrà mettere in atto tutte le misure per “determinare la cessazione della condotta discriminatoria”.

Leggi anche: Roma, trasporto disabili: parola al disability manager Andrea Venuto

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato