Tokyo 2020: stime sul danno economico in caso di cancellazione

I danni economici per un’eventuale cancellazione di Tokyo 2020 sarebbero molto alti. Secondo alcune stime realizzate qualche giorno fa, infatti, il Giappone subirebbe una perdita economica abbastanza importante in caso di stop alle prossime Olimpiadi e Paralimpiadi.

Tokyo 2020: qual è il costo della definitiva cancellazione?

Nel caso in cui i Giochi di Tokyo 2020 venissero annullati, il governo giapponese si troverebbe a dover affrontare una perdita di circa 1,81 trilioni di yen (17 miliardi di dollari). L’ipotesi arriva dal Nomura Research Institute.

L’economista esecutivo dell’istituto, Takahide Kiuchi, ha affermato che “anche se i Giochi vengono cancellati, la perdita economica sarà inferiore a (il danno causato da) uno stato di emergenza”, come riporta Kyodo News.

L’analisi portata avanti dall’ente però non si ferma qui. Ad esempio, se la manifestazione sportiva non dovesse aprire la porte agli spettatori, ci saranno circa 146,8 miliardi di yen in meno.

A cui, comunque, andrebbero aggiunte anche le perdite già patite dopo la posticipazione dell’evento avvenuta l’anno scorso: sempre secondo le stime, la posticipazione di Tokyo 2020 nella primavera 2020 ha fatto perdere 6,4 trilioni di yen, a cui vanno sommati quelli tra gennaio e marzo 2021, di circa 6,3 trilioni di yen. Nel periodo attuale, invece, si ipotizza una perdita di 1,9 trilioni di yen.

“Queste stime – ha spiegato Kiuchi – suggeriscono che la decisione di tenere o meno i Giochi e limitare gli spettatori dovrebbe essere presa in base all’impatto sui rischi di infezione, non dal punto di vista della perdita economica”.

Leggi anche: Programma delle Paralimpiadi di Tokyo 2020 spostate al 2021

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato