Saturimetro, 30mila gratis in farmacia: a chi spettano

Da oggi lunedì 11 gennaio 2021 il saturimetro (noto anche come ossimetro o pulsossimetro) sarà disponibile gratis in farmacia per alcune persone. Lo ha annunciato il presidente della Società italiana di pneumologia e componente del Comitato tecnico scientifico Luca Richeldi all’Ansa.

L’iniziativa – realizzata in collaborazione con Federfarma – coinvolge 1.200 farmacia in tutta Italia, che saranno dotate di 30mila saturimetri (22 per ogni punto vendita) da destinare alle famiglie che presentano almeno una persona con determinate patologie respiratorie (in primis asma e broncopneumopatia cronica ostruttiva), e riguarderà quindi circa 1 milione di individui. Questo dispositivo, ha ricordato Richeldi, è un importante strumento “per prevenire le complicanze gravi da Covid“.

Infine Richeldi rammenta che, se il valore dato dal saturimetro è sotto il 92%, “va avvertito subito il medico e si può rendere necessario il ricovero”.

a cosa serve saturimetro

A cosa serve il saturimetro?

Il saturimetro o pulsossimetro è una molletta indossa principalmente dal dito indice di una mano (anche se in età pediatrica può essere messa sul palmo della mano, sul polso o sul piede). Misura la frequenza cardiaca (BPM) e la saturazione dell’ossigeno in una persona – per questo motivo risulta molto importante nella prevenzione del Covid.

In generale, il valore ottimale del saturimetro deve segnare tra il 95 e il 98 per cento. Diversamente, significa che il nostro organismo sta per subire delle complicanze (leggere o più gravi a seconda della percentuale). Ad esempio:

  • Se il valore è 100 per cento, siamo di fronte a un caso di iperventilazione;
  • In soggetti con valori tra il 90 e il 95 per cento, abbiamo l’ipossia;
  • Sotto al 90 per cento, bisogna contattare immediatamente il 112, soprattutto in pazienti che presentano patologie polmonari, febbre alta, tosse e “fame d’aria”.

Vale la pena ricordare che non è uno strumento di diagnosi, ma di prevenzione.

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato