Parcheggio disabili a Palermo: ecco il progetto “Insieme” per la lotta contro gli incivili

A Palermo (Sicilia) la lotta contro chi occupa illegalmente il parcheggio disabili è più concreta che mai. Da circa un mese, infatti, la Polizia Municipale locale e l’Associazione Siciliana Medullolesi Spinali (ASMS) collaborano per contrastare gli incivili che limitano la mobilità su strada per le fasce deboli della società.

Parcheggio disabili: cos’è l’iniziativa “Insieme”?

Si chiama “Insieme” ed è il progetto nato dal Comando di Polizia Municipale di Palermo e l’ASMS. L’iniziativa è partita ufficialmente il 7 febbraio 2019. In pratica, una pattuglia dei vigili con autogru percorre le strade della città per verificare e sanzionare il mancato rispetto delle norme stradali. Le volanti sono accompagnate dai rappresentati in carrozzina dell’associazione, che sensibilizzano gli incivili a una maggiore correttezza stradale nei confronti dei disabili.

L’occupazione illegale del parcheggio disabili è uno degli obiettivi cardine del programma. Tuttavia, le violazioni delle norme del Codice della Strada contro i più deboli sono molteplici. Basti pensare, ad esempio, alla sosta sulle strisce pedonali, in corrispondenza di una rampa, che costringono persone con disabilità, anziani e genitori con passeggini a percorsi alternativi tortuosi.

Leggi anche: Rampe disabili, un simbolo contro i furbetti del parcheggio

Quali sono i risultati del progetto “Insieme”?

A poco più di un mese dalla messa in atto dell’iniziativa, sono già arrivati i primi considerevoli risultati. Per esempio, il 21 febbraio 2019 PalermoToday riporta che sono state raccolte “25 multe – 14 per auto in sosta su attraversamenti pedonali e 11 per mezzi parcheggiati in prossimità o corrispondenza degli incroci – e sette auto rimosse”.

Il 7 marzo 2019, invece, sono stati multati 11 automobilisti: 9 erano su parcheggi disabili, 2 su attraversamenti pedonali, come documenta PalermoToday.

Infine, il progetto ‘Insieme’ ha anche un altro scopo: campionare barriere architettoniche presenti in città. Come spiega il Comando della Polizia Municipale, “gli agenti hanno mappato le criticità delle infrastrutture che necessitano di interventi per facilitare il passaggio dei disabili in carrozzina e dei passeggini”. Ora attendiamo solo che vengano abbattute.

parcheggi disabili

Gli incivili del parcheggio disabili e non solo: una moda orrenda

L’occupazione dei parcheggi disabili è solo la punta di un iceberg molto più complesso. In quanto riguarda vari aspetti del Codice della Strada. E Palermo vuole contrastare questa maleducazione gratuita.

Basti riflettere su alcuni dati del 2018 inerenti il capoluogo della Sicilia, che mostrano più di 3 mila sanzioni per chi ha occupato illegalmente i parcheggi disabili. In aggiunta, più di 10 mila multe per sosta sul marciapiede e più di 14 mila per soste nelle intersezioni d’incrocio.

Leggi anche: Verona: mai restituiti più di 1700 pass disabili di persone defunte

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato