Ecco il logo delle Olimpiadi e Paralimpiadi di Milano Cortina 2026

Futura” sarà il logo delle Olimpiadi e Paralimpiadi di Milano Cortina 2026. La prima storica votazione online per la scelta dello stemma dei Giochi invernali, infatti, ha visto primeggiare il “26” disegnato sulla neve, ricevendo il 75% dei consensi.

Futura è il nuovo logo di Milano Cortina 2026

Su un totale di 871.566 voti, “Futura” ha primeggiato su “Dado”, dopo una storica votazione online che ha coinvolto partecipanti da tutta Italia e anche da altre 168 nazioni (con una partecipazione dall’estero di circa del 10%). Il nuovo emblema è stato presentato quest’oggi con una conferenza stampa nel Salone d’Onore del Coni di Roma e dalla Torre Isozaki di Milano, sede della Fondazione Milano-Cortina 2026.

Leggi anche: Programma delle Paralimpiadi di Tokyo 2020 spostate al 2021

“Ogni logo porta con sé emozione, medaglie, storie di atleti, dirigenti e tifosi”, ha dichiarato Valentina Vezzali, sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega allo sport nel Governo Draghi.

L’ex campionessa olimpica italiana ha inoltre aggiunto che “ogni olimpiade è contraddistinta da un logo, e rappresentano più di un simbolo. Questo è un momento storico: ciò che ieri non c’era, oggi è una realtà. Un riconoscimento per un’olimpiade che sarà memorabile, un’olimpiade italiana. Una delle sfide che Milano-Cortina porta con sé e saprà vincere”.

Anche il presidente del CONI Giovanni Malagò ha espresso enorme soddisfazione: “Sarà il simbolo della tenacia di chi ha voluto fortemente queste olimpiadi, le olimpiadi del Paese”.

Il logo di Milano Cortina 2026 sarà leggermente diverso per le Paralimpiadi

Com’è possibile notare dall’immagine di copertina, il logo della Paralimpiadi invernali di Milano Cortina 2026 è leggermente differente da quello delle Olimpiadi. Il numero 26, infatti, è caratterizzato da una sfumatura dei colori rosso, azzurro e verde del Comitato italiano paralimpico.

“Saranno le più belle olimpiadi della storia e nelle quali ci identificheremo tutti – ha commentato il presidente del Cip Luca Pancalli -. È bella la chiave narrativa, non essendo percepibile il bianco dagli atleti ipovedenti si è voluta rispettare la possibilità anche per loro di riconoscersi in un logo che li accompagnerà nella loro memoria”.

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato