Genny Mobility, l’evoluzione della carrozzina è realtà

Una carrozzina in grado di muoversi solo con il peso del proprio corpo, uno sguardo sul futuro della mobilità delle persone con disabilità: si chiama Genny Mobility, prima sedia auto-bilanciante su due ruote al mondo e incredibile evoluzione tecnologica che punta a migliorare l’autonomia delle persone con difficoltà deambulatorie.

La storia della carrozzina Genny Mobility?

Genny Mobility nasce da un’idea di Paolo Badano, imprenditore di Savona che, da più di 20 anni, convive con una disabilità a causa di un’incidente stradale. La sua nuova condizione gli ha consegnato un nuovo tipo di mobilità quotidiana, quella su carrozzina, che lo stesso Badano ha sempre cercato di migliorare, provando a uscire dai tradizionali schemi.

Nel 2009 la svolta: la diffusione capillare del Segway (ideato da Dean Kamen) cambia la prospettiva dell’imprenditore italiano. Così, l’intuizione: usare lo stesso principio di quel mezzo auto-bilanciante a 2 ruote per le persone con disabilità.

La visione si rivela azzeccata: nasce la sedia a rotelle Genny Mobilty, un’evoluzione che sfrutta la tecnologia Segway, ottenendo un successo mondiale indiscusso. Siamo di fronte a un vero e proprio ausilio in grado di abbattere qualsiasi barriera architettonica e psicologica, con l’obiettivo di introdurre un nuovo principio di integrazione sociale.

prodotto genny mobility

Alcune caratteristiche di Genny Mobility

Genny Mobility rivoluziona il concetto di mobilità indipendente non solo per l’attività quotidiana, ma anche per gite e vacanze. La carrozzina, infatti, è in grado di affrontare diverse tipologie di percorsi, come spiaggia, strade di campagna e altro ancora.

Grande importanza dell’ausilio, infatti, sono le ruote e i diversi sensori elettrici che, tra le altre cose, consentono di utilizzare il proprio busto per rallentare e frenare. Sono presenti anche dei manubri che permettono alla persona di girare senza usare obbligatoriamente la mani. Inoltre, il pericolo di una caduta è ridotto al minimo, in quanto la pendenza consentita è pari a un massimale del 18%.

Le sue dimensioni, poi, rendono la carrozzina Genny un piccolo gioiello della trasportabilità. Lo schienale è reclinabile e il manubrio è estraibile, due caratteristiche che permettono all’ausilio di essere riposto comodamente nel cofano della propria macchina. Per essere precisi, l’articolo misura 76 cm di altezza, 63 di larghezza e 69 di profondità.

Ma non è tutto qui. Dal dispositivo, infatti, possono uscire due piedini che permettono alla carrozzina di stabilizzarsi in modo semplice e sicuro. Infine, c’è un rilevatore di presenza che non consente alla macchina di eseguire azioni accidentali se il guidatore non è sul veicolo.

caratteristiche genny mobility

Cercate maggiori informazioni su Genny Mobility?

Genny Mobility è distribuita in esclusiva in Italia da Movi S.pA., azienda leader nel settore dei dispositivi medicali all’avanguardia. La sua divisione interna Wimed, specializzata proprio in ausili per disabilità, garantisce non solo la distribuzione commerciale ma anche un’assistenza tecnica qualificata e un servizio post-vendita. Per saperne di più, potete contattare l’azienda nella sezione Contatti.

Avatar
Redazione - Ability Channel
Dal 2011 la redazione di Ability Channel tiene informati i suoi lettori su tutto ciò che riguarda il mondo della disabilità: partendo dalle patologie, passando per le attività di enti ed associazioni, fino ad arrivare a raccontarne la spettacolarità sportiva paralimpica. Ability Channel è l'approccio positivo alla disabilità, una risorsa fondamentale della nostra società.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato