Fisioterapia a domicilio: la detrazione è possibile?

È stato chiesto all’Agenzia delle entrate se è possibile portare la spesa in detrazione dall’Irpef quando un’agenzia di badanti effettua una fisioterapia a domicilio del paziente ed emette una fattura precisando nell’oggetto che si tratta di un “trattamento fisioterapico – prestazioni fornite da personale in possesso della qualifica professionale”.

Detrazione fisioterapia a domicilio: sì o no?

Si premette che la detrazione Irpef del 19% (esclusa la franchigia di 129,11 euro) spetta per le prestazioni per l’assistenza infermieristica e riabilitativa (come la fisioterapia, la kinesiterapia, la laserterapia, eccetera) che rientrano tra le spese sanitarie, a prescindere dal luogo o dal fine per il quale vengono effettuate. È necessario, inoltre, che le spese siano state effettivamente sostenute e rimaste a carico del contribuente.

Nel dare la risposta l’Agenzia si cautela, non conoscendo con precisione gli elementi della prestazione di fisioterapia a domicilio descritta dal contribuente, chiarendo che per le spese di assistenza specifica sostenute per l’assistenza infermieristica e riabilitativa (ad esempio la fisioterapia), quando la fattura è rilasciata da un soggetto diverso da quello che ha effettuato la prestazione occorre, per avere la detrazione, che l’attestazione riporta questo messaggio: “la prestazione è stata eseguita direttamente da personale medico o paramedico o comunque sotto il suo controllo”.

L’Agenzia demanda poi al suo potere di controllo – nei vari casi specifici – il giudizio diretto in merito alla qualificazione delle spese sostenute, all’attività svolta da chi ha fornito il servizio e alla qualifica professionale di chi ha eseguito la prestazione.

Leggi anche: Mal di schiena e non solo: nuovo protocollo riabilitativo e nutrizionistico

detrazione spese fisioterapia a domicilio
Avatar
Redazione - Ability Channel
Dal 2011 la redazione di Ability Channel tiene informati i suoi lettori su tutto ciò che riguarda il mondo della disabilità: partendo dalle patologie, passando per le attività di enti ed associazioni, fino ad arrivare a raccontarne la spettacolarità sportiva paralimpica. Ability Channel è l'approccio positivo alla disabilità, una risorsa fondamentale della nostra società.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato