Se figlio disabile è in Dad, i genitori vanno in smart-working

Se in famiglia c’è un figlio minore con disabilità in Dad o in quarantena, allora entrambi i genitori possono ricorrere allo smart-working. Lo ha deciso il 15 aprile 2021 la Commissione Lavoro e Affari Sociali della Camera, approvando un emendamento di Italia Viva al decreto 30/2021. Dunque, grazie a questa decisione, entrambi i genitori potranno ricorrere al lavoro agile e, in caso di disabilità grave, non ci sono limiti di età e uno dei due genitori può richiedere anche il congedo parentale.

Dad figlio disabile, Noja: “Attenzione doverosa”

L’emendamento porta la firma di Lisa Noja, capogruppo di Italia Viva in Commissione Affari Sociali alla Camera, che ha annunciato la buona notizia con un post sui social: “Alla Camera è stato approvato un emendamento a mia prima firma, per garantire un sostegno maggiore ai genitori lavoratori, con figli disabili in DAD o in quarantena”.

Per Noja, “siamo riusciti a dare un’attenzione in più alle migliaia di genitori di figli con disabilità o disturbi DSA o bisogni educativi speciali di ogni età in caso di quarantena, sospensione didattica o centri diurni”.

Ma non è ancora finita qua, spiega Noja: “La modifica accolta in Commissione, in attesa dell’esame finale dell’Aula, estende la possibilità di accedere allo smart-working non solo ad uno ma ad entrambi i genitori e, in caso di disabilità grave, consente anche, se uno ricorra al lavoro agile, che il secondo genitore possa comunque ottenere il congedo. Una giusta e doverosa attenzione a quei genitori che, avendo figli con disabilità, hanno sofferto molto di più questo lungo periodo di pandemia”.

Leggi anche: Covid e quarantena: isolamento fiduciario non equiparabile a malattia

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato