Coronavirus Fake News: Italia istituisce task force per contrastarle

Tempo di lettura: 10 min.

La lotta alle Fake News sul Coronavirus si arricchisce di un nuovo e importante capitolo. Sabato 4 aprile 2020, di fatto, è stata annunciata la creazione di una task force atta a contrastare le notizie false, le bufale online e gli aggiornamenti diffusi da siti fake sul nuovo virus. L’annuncio è arrivato su Twitter da Andrea Martella, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Coronavirus Fake News: da chi sarà composta la task force

La creazione dell’Unità di monitoraggio per il contrasto della diffusione di Fake News sul Coronavirus assume connotati nevralgici. Anche perché viviamo in una dimensione dove la paura e la paranoia regnano sovrane. “Era un passaggio doveroso”, ha commentato Martella (ansa).

Ma quali saranno i compiti di questa task force? Diversi, “dall’analisi delle modalità e delle fonti che generano e diffondono le fake news, al coinvolgimento di cittadini ed utenti social per rafforzare la rete di individuazione, al lavoro di sensibilizzazione attraverso campagne di comunicazione”.

Sarà un impegno portato avanti assieme ad “Agcom, Ministero della Salute, Protezione Civile ed avviando partnerships con i soggetti del web specializzati in fact-checking, i principali motori di ricerca e le piattaforme social”.

Infine, Martella ha ringraziato “le donne e gli uomini che hanno accettato con generosità di mettere a disposizione del Paese le loro esperienze e competenze, maturate nel vasto ambito delle problematiche che siamo chiamati ad affrontare già nel tempo ordinario, ma soprattutto in questa gravissima emergenza”.

I nostri 6 consigli su come difendersi dalle Fake News sul Coronavirus

Noi di Ability Channel abbiamo realizzato un approfondimento con 5 suggerimenti utili a non cadere facili preda delle Fake News sul Coronavirus. Ad esempio, è sempre importante controllare la fonte di una notizia. O anche dubitare dei contenuti che ci vengono inviati su servizi di messaggistica istantanea. E ancora, affidarsi alle informazioni di esperti, evitando ogni teoria complottistica.

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.