In Italia arrivano le colonnine pubbliche per la ricarica della carrozzina elettrica per disabili

Anche la carrozzina elettrica per disabili potrà beneficiare delle colonnine pubbliche per la ricarica. Sarà possibile grazie a un nuovo dispositivo che, installato appunto sulla colonnina di ricarica usata dalle carrozzine elettriche per disabili, permetterà di dare all’individuo maggiore autonomia.

Si chiama JuiceAbility, è sviluppata da Enel X e sarà a disposizione in Italia da giugno 2020. Inoltre, ha ricevuto il riconoscimento di ‘buona prassi’ da parte dell’Anglat, Associazione nazionale di categoria dedicata a migliorare le normativa sul diritto alla mobilità.

Carrozzina elettrica, colonnine pubbliche per la ricarica ability channel

Carrozzina elettrica per disabili, arriva JuiceAbility: ecco come funziona

Il progetto JuiceAbility promette di rivoluzionare il concetto di indipendenza motoria per le persone con disabilità che siedono sulla carrozzina elettrica. Presentato al Consumer Electronics Show (Las Vegas, USA) nel gennaio 2020, questo sistema per la mobilità inclusiva vede anche la partecipazione della startup italiana Avanchair.

L’ideatore è Andrea Depalo, disabile 36enne di Saranno che vuole fare della sua disabilità “un’occasione per creare soluzioni utili a me e agli altri” (Il Fatto Quotidiano).

Ma come funziona? Grazie a un ‘cavo intelligente’ e a un’applicazione per smartphone, JuiceAbility permette di collegare la batteria della carrozzina elettrica per disabili alle stazioni di ricarica.

Così, dopo 15 minuti, le sedie elettriche otterranno un’autonomia di ben 5 km di strada percorsa. Il tutto al costo di 1 euro per singola ricarica. Gli ideatori dicono che il dispositivo è compatibile con tutte le carrozzine elettriche per disabili in commercio e con le colonnine di ricarica Enel X munite di presa Tipo 3A.

Carrozzina elettrica disabili, Enel X: “Prodotto per le esigenze di mobilità di tutti”

Soddisfazione palpabile dalle parole di Francesco VenturiniResponsabile di Enel X: “Con JuiceAbility, Enel X mette a disposizione delle persone con disabilità una rete di oltre 11mila stazioni di ricarica con cui poter ricaricare da oggi non più solo le auto, ma anche le sedie a ruote elettriche”. Un progresso tecnologico basato “sull’incontro tra innovazione e sostenibilità”.

Ci troviamo di fronte a un prodotto che risponde alle esigenze di mobilità di tutti, contribuendo al raggiungimento degli obiettivi di Sviluppo sostenibile dell’Onu”, attraverso il rafforzamento e la promozione dell’inclusione sociale, economica e politica di tutti, comprese le persone con disabilità”.

Carrozzine per disabili elettriche: dove prenotare il dispositivo

È possibile avere maggiori informazioni sull’acquisto di questo prodotto sul sito di Enelxstore.

Leggi anche: SPE3D-APP, arriva il joystick ergonomico per carrozzine

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.

 

Carrozzine per disabili: tutto quello che c’è da sapere

Contenuto sponsorizzato
 

Autonomia e Libertà sinonimi di viaggio

Contenuto sponsorizzato
 

C'è chi usa la LIS per communicare con i clienti

Contenuto sponsorizzato