Autobus inaccessibili: Sabaudia condannata per condotta discriminatoria

Tempo di lettura: 10 min.

Gli autobus sono inaccessibili alle persone con disabilità. Per questo motivo, il Tribunale di Latina ha condannato il Comune di Sabaudia per condotta discriminatoria. È la seconda volta in due anni (nel 2018 per le spiagge inaccessibili). La vittoria della causa va all’associazione Luca Coscioni e a Fabrizio Ghiro, uomo locale con disabilità che ha denunciato la presenza di barriere architettoniche sui mezzi.

Sabaudia, Ass.Coscioni e Ghiro vincono il ricorso

Dopo più di un anno, la battaglia legale è giunta al termine. Il Tribunale di Latina, infatti, ha accolto il ricorso dell’ass. Coscioni e di Ghiro. Così facendo, ha decretato la “condotta discriminatoria nei confronti delle persone con disabilità a causa della mancata accessibilità degli autobus” di Sabaudia. La condanna riguarda sia il Comune sia la società Bianchi s.a.s., operante il servizio di trasporto locale.

donna su autobus legge notizia sabaudia

Come si apprende dalla nota stampa dell’ass. Coscioni, la pena per la società di trasporto è “adottare, entro sei mesi, un piano per la rimozione delle barriere architettoniche”. Tuttavia, tale piano dovrà passare al vaglio dell’Associazione, come una serie di altri provvedimenti. In particolare:

  • l’installazione di pedane“;
  • sistemi di bloccaggio delle carrozzine su tutti gli autobus di linea”. In alternativa, “l’installazione di congegni stabili ancorati al suolo delle singole piazzole ove viene operata la fermata degli stessi veicoli per l’aggancio, il sollevamento e l’introduzione delle carrozzine a bordo del mezzo”.

In aggiunta, il Comune ha tempo un mese per “l’individuazione e l’adozione delle misure compensative più opportune alla migliore razionalizzazione del sistema di prenotazione degli autobus in termini di frequenza e continuità”. Infine, entrambi i condannati devono “pubblicare il provvedimento di condanna a loro spese su il Corriere della Sera”.

Ass. Coscioni: “Vittoria significativa”

Filomena Gallo e Alessandro Gerardi dell’ass. Coscioni parlano di “una vittoria significativa che restituisce dignità a Ghiro e a tutte quelle persone con disabilità motoria che vengono quotidianamente discriminate nella città di Sabaudia”.

Ambedue, in più, promettono di “verificare scrupolosamente” se gli indirizzati della sentenza “avranno posto termine alle condotte discriminatorie […], dando così modo anche alle persone con disabilità di avvalersi finalmente in modo incondizionato del servizio di trasporto locale”.

Angelo Andrea Vegliante
Angelo Andrea Vegliante
Da diversi anni realizza articoli, inchieste e videostorie nel campo della disabilità, con uno sguardo diretto sul concetto che prima viene la persona e poi la sua disabilità. Grazie alla sua esperienza nel mondo associazionistico italiano e internazionale, Angelo Andrea Vegliante ha potuto allargare le proprie competenze, ottenendo capacità eclettiche che gli permettono di spaziare tra giornalismo, videogiornalismo e speakeraggio radiofonico. La sua impronta stilistica è da sempre al servizio dei temi sociali: si fa portavoce delle fasce più deboli della società, spinto dall'irrefrenabile curiosità. L’immancabile sete di verità lo contraddistingue per la dedizione al fact checking in campo giornalistico e come capo redattore del nostro magazine online.

ARTICOLI CORRELATI

Resta aggiornato

Riceverai nella tua e-mail tutti gli aggiornamenti sul mondo di Ability Channel.